separazione con addebito, infedelta’ coniugale-AVVOCATO BOLOGNA

separazione con addebito, infedelta’ coniugale

cosa è la separazione con addebito per infedelta’ coniugale?

La separazione con addebito per infedelta’ coniugale si ha quando  un coniuge tradito (o molto piu’ spesso quando suppone di essere tradito) ricorre alla separazione giudiziale per far dichiarare l’addebito a carico dell’altro coniuge.

Il tradimento non è causa di addebito qualcosa la crisi coniugale fosse preesiste e l’infedeltà non sia causa ma effetto dellala crisi già in atto. 

In tema di separazione tra coniugi, l’inosservanza dell’obbligo di fedeltà coniugale rappresenta una violazione particolarmente grave, la quale, determinando normalmente l’intollerabilità della prosecuzione della convivenza, costituisce, di regola, circostanza sufficiente a giustificare l’addebito della separazione al coniuge responsabile:

Per poter addebitare la separazione al coniuge che ha tradito necessario sondare la mancanza di nesso causale tra infedeltà e crisi coniugale, tale che ne risulti la preesistenza di una crisi già irrimediabilmente in atto, in un contesto caratterizzato da una convivenza meramente formale.

Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 1, ordinanza 28 giugno – 3 settembre 2018, n. 21576
Presidente Scaldaferri – Relatore Acierno

Chi pronuncia la separazione con addebito ? La stessa  può essere pronunciata dal giudice, in presenza dei comportamenti tenuti da uno o entrambi i coniugi che denotano la palese violazione dei doveri che nascono per effetto del matrimonio. L'art. 143 cod. civ. prevede che, col matrimonio, i coniugi sono tenuti all'obbligo reciproco della fedeltà, all'assistenza morale e materiale, a collaborare per l'interesse della famiglia ed infine all'obbligo della coabitazione.
Chi pronuncia la separazione con addebito ?
La stessa  può essere pronunciata dal giudice, in presenza dei comportamenti tenuti da uno o entrambi i coniugi che denotano la palese violazione dei doveri che nascono per effetto del matrimonio.
L’art. 143 cod. civ. prevede che, col matrimonio, i coniugi sono tenuti all’obbligo reciproco della fedeltà, all’assistenza morale e materiale, a collaborare per l’interesse della famiglia ed infine all’obbligo della coabitazione.

La pronuncia di addebito comporta conseguenze di tipo economico nei confronti del coniuge al quale la separazione è stata addebitata.

Quest’ultimo, infatti, perde il diritto all’assegno di mantenimento conservando solo il diritto agli alimenti, laddove ne sussistano i presupposti.

Chi pronuncia la separazione con addebito ?

La stessa  può essere pronunciata dal giudice, in presenza dei comportamenti tenuti da uno o entrambi i coniugi che denotano la palese violazione dei doveri che nascono per effetto del matrimonio.

L’art. 143 cod. civ. prevede che, col matrimonio, i coniugi sono tenuti all’obbligo reciproco della fedeltàall’assistenza morale e materialea collaborare per l’interesse della famiglia ed infine all’obbligo della coabitazione.

Lascia un commento

RSS
Follow by Email