SEPARAZIONE GIUDIZIALE BOLOGNA  3 MOTIVI PERCHE’ E’ COSI’ TRAUMATICA ?

SEPARAZIONE GIUDIZIALE BOLOGNA  3 MOTIVI PERCHE’ E’ COSI’ TRAUMATICA ?

La separazione giudiziale è traumatica perché porta a uno scontro giudiziale tra i coniugi con ripercussioni economiche, ripercussioni personali e spesso sui figli .

1)SCONTRO GIUDIZIALE

si la separazione giudiziale è una normale causa , con i suoi tempi, udienze memorie, occorrono almeno due avvocati

2)COSTI

Come ogni causa la separazione giudiziale ha un costo  avolte elevato dipende dalle udienze da cosa si discute dal patrimonio dalle problematiche

3) RIPERCUSSIONI PERSONALI E SPESSO SUI FIGLI

Anni di preoccupazioni di spese di tensioni di prove  di circostanze possono portare tensione forte che viene avvertita anche dai figli .

DIRITTO DI FAMIGLIA: separazione consensuale, giudiziale – divorzio congiunto, giudiziale – modifica delle condizioni di separazione – divorzio (riduzione – aumento, estinzione assegno di mantenimento) – negoziazione assistita per separazione e divorzio – riconoscimento di paternità.

 

La separazione giudiziale prevede l’assistenza legale di un solo coniuge che non ha raggiunto un accordo per la separazione, ovvero non ha nessuna intenzione di separarsi sebbene sia stato convenuto nel procedimento, ovvero ritiene opportuno instaurare un procedimento litigioso con il partner per la richiesta di addebito, assegno, assegnazione casa coniugale e altro.

La separazione giudiziale può essere accompagnata da una domanda accessoria: l’addebito.

L’addebito in sostanza ha sostituito “la colpa”, termine abrogato con la riforma del 1975.

L’addebito viene attribuito al coniuge che abbia violato le norme che regolano il matrimonio (art.143 c.c. e segg.).

La prova di tali violazioni deve essere rigorosa, altrimenti la pronuncia di addebito viene rigettata dal Giudice.

L’addebito produce effetti giuridici negativi su chi lo subisce (perdita dell’assegno di mantenimento e diritti successori).

Separarsi giudizialmente vuol dire iniziare un processo individuale volto al cambiamento totale della propria vita, delle proprie abitudini, dei rapporti con i componenti della famiglia. La separazione giudiziale è il procedimento a cui fa ricorso uno dei coniugi quando sopraggiungono fatti gravi tali da pregiudicare il prosieguo di qualsivoglia convivenza o da arrecare pregiudizio all’educazione dei figli.

L’Avvocato Matrimonialista Bologna Sergio Armaroli ci ricorda che la separazione giudiziale può essere richiesta autonomamente da un solo coniuge, definita giuridicamente “parte”, cioè indipendentemente dalla volontà dell’altro coniuge.

By Sergio Armaroli|2019-04-16T09:04:14+00:00Aprile, 2019|News|