divorzio bologna come fare?,sePArazioni BOloGna  avvOCati matrimoNIalisti

La separazione è un momento decisamente doloroso per ambedue i coniugi, a prescindere da chi abbia preso la decisione, rappresenta comunque la chiusura di un capitolo di un tratto di vita trascorso insieme.

Che cos’è la separazione dei coniugi

 

Cosa è il  Diritto di Famiglia ?

 

è un settore in continua evoluzione che necessita di specifiche competenze tecniche non solo per la delicatezza della materia che coinvolge spesso minori ma per l’elevato livello di difficoltà nella gestione dei rapporti familiari e dei rapporti tra i coniugi (si pensi al caso della separazione, divorzio, affidamento dei figli minori, reati familiari ecc.).

La separazione dei coniugi è un atto formale al quale ricorrono i coniugi nel momento in cui dei problemi interni o esterni alla coppia rendano insopportabile la convivenza o compromettano l’educazione dei figli.

  • le condizioni sono determinate da specifiche questioni molto importanti nella separazione consensuale al infine raggiungere un accordo di separazione sono:
  • Gli alimenti.
  • La custodia dei figli.
  • La suddivisione dei beni in comunione come l’auto e il conto corrente.
  • L’affidamento dell’abitazione coniugale.

L’assistenza del legale (specie se matrimonialista / divorzista), assume un ruolo fondamentale sin dalle prime fasi di gestione della pratica al fine di individuare la soluzione più opportuna da adottare a seconda delle circostanze del caso concreto.

La separazione legale dei coniugi è l’istituto che permette ai coniugi di far venir meno alcuni effetti del matrimonio.

La separazione può essere consensuale oppure giudiziale. 

E’ consensuale quanto i coniugi raggiungo un accordo sulle condizioni patrimoniali e di rapporto con i figli.

Se invece non si riesce a giungere ad alcun accordo, il coniuge che si vuole separare deve rivolgersi ad un avvocato per intraprendere la via della separazione giudiziale.

La separazione consensuale si fonda sull’accordo dei coniugi su alcuni elementi fondamentali della divisione; essi sono, tra gli altri, l’assegnazione della casa coniugale, la quantificazione dell’assegno di mantenimento del coniuge (ove previsto) e dell’assegno di mantenimento dei figli, l’affidamento della prole, la spartizione dei beni comuni tra i coniugi.

Una separazione come accordo deve essere redatta secondo certi principi e non ha validita’ e senza l’omologazione o autorizzazione del Tribunale;

Per questo lo studio legale avvocato Sergio Armaroli  può assistervi con professionalità e competenza in ogni fase del percorso necessario per raggiungere la concordia su tutte le condizioni di separazione, anche attraverso sedute di mediazione, consulenza o negoziazione finalizzate ad una maggiore comprensione dei vostri diritti.

Alla luce di tutto questo scegliere un Avvocato Bologna per la separazione, che riesca a seguirvi in questo percorso tortuoso non è facilissimo. 

Separazione
• Divorzio
• Modifica delle condizioni di separazione/divorzio
• Nullità/annullamento del matrimonio
• Affidamento e mantenimento di figli di genitori non coniugati
• Affidamento condiviso e esclusivo
• Affidamento eterofamiliare ed affidamento ai Servizi Sociali
• Casa familiare (assegnazione – divisione)
• Riconoscimento e disconoscimento della paternità
• Decadenza dalla potestà
• Tutela frequentazione nonni/zii  
• Ordini di protezione \ allontanamento del coniuge e/o del convivente e/o del figlio

  • Per salvaguardare questi aspetti essenziali, non si può pertanto prescindere dall’assistenza di un avvocato matrimonialista con elevata competenza e professionalità, il quale gioca un ruolo decisivo nella risoluzione della crisi e dell’eventuale conflitto presente tra le parti, al fine di addivenire serenamente ad un accordo condiviso.
  • Anche quando il rapporto risulta particolarmente conflittuale e ormai intollerabile, diventa essenziale essere assistiti da uno studio legale che si occupa di diritto di famiglia, per difendere e far valere le ragioni e le pretese del Cliente, sempre nell’ottica di raggiungere una soluzione soddisfacente e condivisibile.
  • sulla base di una consolidata esperienza maturata in questo ambito, fornisce ai propri Assistiti una consulenza valida, fidata ed efficace, mettendo sempre al centro del proprio lavoro e delle proprie prerogative i diritti e la tutela del proprio Cliente.
  • Assegno di mantenimento e divorzile
  • Inoltre, qualora uno dei coniugi non abbia redditi propri che gli consentano di conservare il tenore di vita goduto in costanza di matrimonio, il giudice potrà imporre all’altro di versare al coniuge a cui non è stata addebitata la separazione un assegno periodico, la cui entità deve verrà determinata tenendo conto dei redditi del coniuge obbligato, dei bisogni dell’altro e del tenore di vita goduto in costanza di matrimonio.
  • L’assegno divorzile è, invece, una contribuzione economica con funzione sostanzialmente assistenziale che, ove ritenuta opportuna dal Giudice, deve essere versata periodicamente all’ex coniuge. Va detto che con la sentenza della Corte di Cassazione n. 11504 del 10.05.2017 sono stati fissati dei nuovi criteri in

·     Perché rivolgersi ad un avvocato familiarista

Uno dei principali aspetti che vale la pena considerare da parte di chi vuole affidarsi ad un avvocato familiarista è quello legato all’assoluta professionalità di una figura del genere. Infatti non si tratta né di uno psicologo né di un terapista di coppia, bensì di un esperto che guarda alla tutela legale della famiglia e dei suoi componenti. Ci si può rivolgere ad un avvocato con questo tipo di competenze qualora si presentino controversie legate alla filiazione, al riconoscimento di un matrimonio che viene celebrato in un paese estero, affidamento congiunto e condiviso e anche per quel che riguarda lo scioglimento del matrimonio e di quelli che sono i suoi effetti civili.

 

divorzio bologna come fare?,sePArazioni BOloGna  avvOCati matrimoNIalisti

divorzio bologna come fare?,sePArazioni BOloGna  avvOCati matrimoNIalisti

 

Divorziare, per fortuna adesso vi è il divorzio breve solo sei mesi dalla consensuale e un ano dalla separazione giudiziale

 

divorzio bologna come fare?,sePArazioni BOloGna  avvOCati matrimoNIalisti

La separazione legale dei coniugi è l’istituto che permette ai coniugi di far venir meno alcuni effetti del matrimonio.

La separazione può essere consensuale oppure giudiziale.

E’ consensuale quanto i coniugi raggiungo un accordo sulle condizioni patrimoniali e di rapporto con i figli.

Se invece non si riesce a giungere ad alcun accordo, il coniuge che si vuole separare deve rivolgersi ad un avvocato per intraprendere la via della separazione giudiziale.

 

 

divorzio bologna come fare?,sePArazioni BOloGna  avvOCati matrimoNIalisti per separazione

divorzio bologna come fare?,sePArazioni BOloGna  avvOCati matrimoNIalisti per separazione

divorzio bologna come fare?,sePArazioni BOloGna  avvOCati matrimoNIalisti

Quando la convivenza diventa impossibile

Quando la convivenza diventa impossibile Quando non sai a chi rivolgerti durante il difficile cammino della separazione

DIVORZIO BREVE divorzio bologna come fare?,sePArazioni BOloGna  avvOCati matrimoNIalisti

A seguito della pubblicazione della Legge n. 55 del 6 Maggio 2015 sulla Gazzetta Ufficiale, a partire dal 26 Maggio 2015 è in vigore in Italia la c.d. Legge sul divorzio breve.

Con la nuova legge e l’assistenza di un avvocato divorzista sarà possibile per i coniugi ottenere velocemente il divorzio grazie alla riduzione del tempo necessario tra la separazione e la richiesta di divorzio e ciò indipendentemente dalla presenza o meno di figli.

Per effetto della nuova normativa il divorzio potà essere chiesto una volta decorsi 6 mesi dal momento in cui i coniugi sono comparsi innanzi al Presidente del Tribunale se la separazione è stata consensuale.

Il termine viene elevato a 12 mesi, sempre dal momento in cui i coniugi sono comparsi avanti il Presidente del Tribunale, nel caso in cui la separazione sia stata giudiziale.

Nel divorzio come nella separazione, l’affidamento dei figli è disciplinato artt. 155 e ss del codice civile, così e come modificati con la Legge n. 54 – 8 febbraio 2006.

L’affido dei figli minori dopo la separazione ad entrambi i genitori (affido condiviso) è oggi la forma principale di affidamento della prole, cui si affianca l’affidamento congiunto, già previsto nella precedente normativa, che richiede sempre la completa cooperazione tra i genitori.

divorzio bologna come fare?,sePArazioni BOloGna  avvOCati matrimoNIalisti

Con l’introduzione di tale normativa il Giudice, in sede di scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, avendo cura di considerare esclusivamente l’interesse della prole “…valuta prioritariamente la possibilità che i figli minori restino affidati ad entrambi i genitori (affidamento condiviso)…” (art. 155 c.c., II comma), ciò proprio perché “anche in caso di separazione personale dei genitori il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi, di ricevere cura, educazione ed istruzione da entrambi e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale”.