ASSEGNO MANTENIMENTO FIGLI , calcolo TRIBUNALE DI BOLOGNA

Perché l’assegno di mantenimento va rivalutato annualmente?

SEPARAZIONI BOLOGNA DIVORZI BOLOGNA SEPARAZIONI PROVINCIA DI BOLOGNA

ASEPARAZIONI BOLOGNA DIVORZI BOLOGNA SEPARAZIONI PROVINCIA DI BOLOGNA

TI SEGUO PERSONALMENTE

Mi relaziono personalmente con il cliente dall’inizio alla fine della causa, mi occupo di curare direttamente ogni adempimento

FACILMENTE REPERIBILE

Rispondo personalmente al telefono durante l’orario d’ufficio, 

CERTEZZA SULL’ONORARIO

Sottopongo sempre un preventivo che fornisce da subito una previsione sul costo della prestazione 

SEPARAZIONI E DIVORZI?AVVOCATO MATRIMONIALISTA BOLOGNA MALALBERGO ALTEDO IMOLA

SEPARAZIONI E DIVORZI?AVVOCATO MATRIMONIALISTA BOLOGNA MALALBERGO ALTEDO IMOLA

La funzione della rivalutazione è quella di preservare il potere d’acquisto dell’assegno di mantenimento, adeguando annualmente il suo importo al costo medio della vita, ossia al prezzo medio di quei beni rappresentativi del consumatore medio, per es. latte, pane, ecc…In sostanza si congelano quei doveri di assistenza morale e di collaborazione, ma rimane attivo il dovere di assistenza materiale.

 

l Giudice, nello stabilire l’importo dell’assegno di mantenimento in favore dei figli, tiene conto di numerosi fattori, tra i quali:

  1. Le attuali esigenze del figlio
  2. Il tenore di vita goduto dal figlio in costanza di convivenza con entrambi i genitori
  3. I tempi di permanenza presso ciascun genitore
  4. Le risorse economiche di entrambi i genitori
  5. La valenza economica dei compiti domestici e di cura assunti da ciascun genitore
  6. A quale genitore sia stata assegnata la casa familiare
  7. Le spese sostenute dal genitore non collocatario per il reperimento di una nuova abitazione

Inoltre, l’assegno periodico di mantenimento è oggetto di adeguamento automatico agli indici ISTAT

 

 E’ proprio in virtù del dovere di assistenza materiale che il coniuge ritenuto “più debole”, ovvero privo di propri redditi o comunque titolare di redditi insufficienti a far fronte alle proprie necessità, avrà diritto a vedersi riconosciuto l’assegno di mantenimento da parte dell’altro coniuge.

 ll Giudice, nello stabilire l’importo dell’assegno di mantenimento in favore dei figli, tiene conto di numerosi fattori, tra i quali:

Le attuali esigenze del figlio

Il tenore di vita goduto dal figlio in costanza di convivenza con entrambi i genitori

I tempi di permanenza presso ciascun genitore

Le risorse economiche di entrambi i genitori

La valenza economica dei compiti domestici e di cura assunti da ciascun genitore

A quale genitore sia stata assegnata la casa familiare

Le spese sostenute dal genitore non collocatario per il reperimento di una nuova abitazione

Inoltre, l’assegno periodico di mantenimento è oggetto di adeguamento automatico agli indici

La rivalutazione viene calcolata tenendo in considerazione l’indice FOI (Indici dei prezzi al consumo per Famiglie di Operai e Impiegati al netto dei tabacchi) che è pubblicato periodicamente sulla Gazzetta Ufficiale e nel sito dell’ISTAT.