Separazione consensuale CRISI FAMIGLIARE  COPPIA CHE SCOPPIA Bologna a chi va la casa

 

Separazione consensuale CRISI FAMIGLIARE  COPPIA CHE SCOPPIA Bologna a chi va la casa ,separazione giudiziale Bologna a chi va la casa

AVVOCATO DIVORZISTA BOLOGNA 

Nella separazione consnsuale o giudiziale la casa va assegnata tenendo ocnto dell’interesse preminente dei figli , ciò significa che l’assegnazione della casa familiare ad uno dei coniugi presuppone l’esistenza di figli minori e/o non autosufficienti, mentre prescinde dalla titolarità della proprietà (la casa, infatti, può anche essere di proprietà dell’altro coniuge).

La determinazione dei presupposti che condizionano l’attribuzione del diritto di abitare la casa coniugale (specie qualora questa non sia in comproprietà) costituisce, infatti, una delle principali problematiche su cui giurisprudenza e dottrina dibattono da anni.

Al riguardo, in dottrina ed in giurisprudenza si registrano due orientamenti di segno contrapposto: l’uno, che ammette l’assegnazione della casa familiare al coniuge non proprietario solo in presenza di un provvedimento di affidamento della prole; l’altro che estende l’ambito di applicabilità dell’istituto in parola anche al ricorrere di presupposti ulteriori ed alternativi a quello rappresentato dalla tutela dei figli.

Separazione consensuale CRISI FAMIGLIARE  COPPIA CHE SCOPPIA Bologna a chi va la casa ,separazione giudiziale Bologna a chi va la cas AVVOCATO DIVORZISTA BOLOGNA 
Separazione consensuale CRISI FAMIGLIARE  COPPIA CHE SCOPPIA Bologna a chi va la casa ,separazione giudiziale Bologna a chi va la cas AVVOCATO DIVORZISTA BOLOGNA
Separazione consensuale CRISI FAMIGLIARE  COPPIA CHE SCOPPIA Bologna a chi va la casa ,separazione giudiziale Bologna a chi va la cas AVVOCATO DIVORZISTA BOLOGNA 
Separazione consensuale CRISI FAMIGLIARE  COPPIA CHE SCOPPIA Bologna a chi va la casa ,separazione giudiziale Bologna a chi va la cas AVVOCATO DIVORZISTA BOLOGNA

Oggi con la crisi economica l’assegnazione della casa ha sempre piu’ importanza trattandosi di bene importante per la persona

AVVOCATO DIVORZISTA BOLOGNA 

La separazione di una coppia comporta, salvo rari casi, anche la cessazione della convivenza tra i coniugi.
Quando la casa non è venduta, capita sovente che uno dei due resti a vivere nella casa coniugale mentre l’altro coniuge si rechi altrove.
Se è necessario l’intervento di un Giudice, egli stabilirà chi sarà il “coniuge assegnatario” della casa coniugale e chi il “coniuge non assegnatario”. 
Considerato che la casa familiare ha non solo un valore economico ma anche affettivo, l’assegnazione della stessa rappresenta una delle variabili di maggiore conflitto tra i coniugi, e dunque costituisce una delle più importanti e delicate questioni che il Giudice è chiamato a trattare. 

Avvocato matrimonialista Bologna, ma il figlio che non lavora va mantenuto? Pare di si secondo la cassazione Civile, sentenza 6 marzo – 9 maggio 2013, n. 11020
Avvocato matrimonialista Bologna, ma il figlio che non lavora va mantenuto? Pare di si secondo la cassazione Civile, sentenza 6 marzo – 9 maggio 2013, n. 11020

 La casa coniugale

AVVOCATO DIVORZISTA BOLOGNA 

In caso di separazione o divorzio consensuale, sono i coniugi stessi, nell’atto di separazione, a stabilire la divisione dei beni mobili e immobili. Pertanto, in tale ipotesi, ogni determinazione in merito all’assegnazione della casa coniugale è rimessa alla scelta delle parti. Il Giudice nell’assegnare la casa coniugale tiene conto anche dei rapporti patrimoniali tra gli ex coniugi. 

Se il partner a cui non è stata affidata la casa è l’unico proprietario, può venderla?

NO, E SE LA VENDE IL CONIUGE ASSEGNATARIO CONTINUA AD AVERE I SUOI DIRITTI
Ciò significa che il beneficio economico derivante dall’assegnazione della casa coniugale da parte del coniuge assegnatario deve essere preso in considerazione ai fini della quantificazione dell’assegno di mantenimento e di divorzio, in modo tale che la soluzione non ricada in modo sproporzionato sul coniuge non assegnatario.

Separazione consensuale CRISI FAMIGLIARE  COPPIA CHE SCOPPIA Bologna a chi va la casa ,separazione giudiziale Bologna a chi va la cas AVVOCATO DIVORZISTA BOLOGNA 
Separazione consensuale CRISI FAMIGLIARE  COPPIA CHE SCOPPIA Bologna a chi va la casa ,separazione giudiziale Bologna a chi va la cas AVVOCATO DIVORZISTA BOLOGNA

Diverso discorso avviene nel caso di separazione o divorzio giudiziale. In tal caso, mancando l’accordo tra le parti, sarà il giudice – chiamato a decidere nella causa di divisione – a chi assegnare la casa.

Il coniuge al quale è stata assegnata la casa familiare la perde se i figli diventano autosufficienti, se vanno a vivere altrove o se lo stesso coniuge abbandona l’immobile per trasferirsi.

Quando si può chiederei la revoca dell’assegnazione della casa coniugale

REVOCA ASSEGNAZIONE CASA CONIUGALE AVVOCATO DIVORZISTA BOLOGNA 

La revoca della casa coniugale può avvenire solo quando ci sono particolari presupposti:

  • i figli smettano di convivere stabilmente con il genitore assegnatario dell’immobile;
  • quando i figli raggiungono l’autosufficienza economica.

L’articolo 337-sexies codice civile ha previsto la revoca dell’assegnazione delle casa coniugale nel caso in cui:

  • la madre decida di andare a vivere dai genitori;
  • nel caso in cui la moglie sia costretta a cambiare città per motivi di lavoro;
  • nel caso in cui la moglie si allontani dalla casa coniugale per convivere stabilmente con un’altra persona;
  • nel caso il coniuge assegnatario della casa coniugale si risposi.

Lascia un commento