Avvocato Sergio Armaroli | Via Solferino 30, Bologna (BO) | Tel.051.6447838|avvsergioarmaroli@gmail.com

Colpa medica: quando un medico ha danneggiato un paziente !! Malasanità Bologna

Colpa medica: quando un medico ha danneggiato un paziente

FOTO BECCARIA MEDICA 1 FOTO BECCARIA MEDICA 2 FOTO BECCARIA MEDICA 3

la estetica?e se l'intervento non riesce come vogliamo? / chirurgo / estetico / responsabile / danni morali / patrimoniali / responsabilità medica il danno risarcibile responsabilità medica liquidazione danno richiesta danni responsabilità medica modulo risarcimento danni responsabilità medica mediazione responsabilità medica danno morale maggior danno responsabilità medica responsabilità medica risarcimento danno morale danno morale nella responsabilità medica responsabilità medica danno non patrimoniale danno non patrimoniale da responsabilità medica danno non patrimoniale nella responsabilità medica responsabilità medica danno patrimoniale responsabilità medica danno parentale danno per responsabilità medica responsabilità medica prova del danno danno patrimoniale e responsabilità medica risarcimento del danno da responsabilità medica prescrizione risarcimento danni responsabilità medica quantificazione responsabilità medica quantificazione del danno risarcimento danno responsabilità medica prescrizione responsabilità medica danno riflesso risarcimento del danno responsabilità medica danno tanatologico responsabilità medica responsabilità medica voci di danno malasanità Bologna, studio legale avvocato Sergio Armaroli

danno responsabilità medica
danno responsabilità medica prescrizione
danno da responsabilità medica
risarcimento danno responsabilità medica
danno biologico responsabilità medica
danno differenziale responsabilità medica
calcolo danno responsabilità medica
danno da responsabilità medica prescrizione
danno patrimoniale responsabilità medica
danno esistenziale responsabilità medica
danno biologico responsabilità medica tabelle
responsabilità medica calcolo danno biologico
danno biologico da responsabilità medica
responsabilità medica e danno biologico
danno biologico per responsabilità medica
responsabilità medica contrattuale e danno biologico atto di citazione
risarcimento danno biologico responsabilità medica
quantificazione danno biologico responsabilità medica
liquidazione danno biologico responsabilità medica
danno da responsabilità medica calcolo
risarcimento danni responsabilità medica competenza territoriale
criteri liquidazione danno responsabilità medica
calcolo danno differenziale responsabilità medica
calcolo danno morale responsabilità medica
danno da responsabilità medica mediazione
danno da morte responsabilità medica
responsabilità medica e danno differenziale
voci di danno responsabilità medica
danno esistenziale da responsabilità medica
responsabilità medica danno estetico
responsabilità medica e danno risarcibile
responsabilità medica e danno morale
responsabilità medica e danno non patrimoniale
danno emergente responsabilità medica
danno erariale responsabilità medica
responsabilità medica e danno
responsabilità medica danno iatrogeno
la responsabilità medica il danno risarcibile
responsabilità medica liquidazione danno
richiesta danni responsabilità medica modulo
risarcimento danni responsabilità medica mediazione
responsabilità medica danno morale
maggior danno responsabilità medica
responsabilità medica risarcimento danno morale
danno morale nella responsabilità medica
responsabilità medica danno non patrimoniale
danno non patrimoniale da responsabilità medica
danno non patrimoniale nella responsabilità medica
responsabilità medica danno patrimoniale
responsabilità medica danno parentale
danno per responsabilità medica
responsabilità medica prova del danno
danno patrimoniale e responsabilità medica
risarcimento del danno da responsabilità medica prescrizione
risarcimento danni responsabilità medica quantificazione
responsabilità medica quantificazione del danno
risarcimento danno responsabilità medica prescrizione
responsabilità medica danno riflesso
risarcimento del danno responsabilità medica
danno tanatologico responsabilità medica
responsabilità medica voci di danno
estetica?e se l’intervento non riesce come vogliamo? / chirurgo / estetico / responsabile / danni morali / patrimoniali / responsabilità medica il danno risarcibile
responsabilità medica liquidazione danno
richiesta danni responsabilità medica modulo
risarcimento danni responsabilità medica mediazione
responsabilità medica danno morale
maggior danno responsabilità medica
responsabilità medica risarcimento danno morale
danno morale nella responsabilità medica
responsabilità medica danno non patrimoniale
danno non patrimoniale da responsabilità medica
danno non patrimoniale nella responsabilità medica
responsabilità medica danno patrimoniale
responsabilità medica danno parentale
danno per responsabilità medica
responsabilità medica prova del danno
danno patrimoniale e responsabilità medica
risarcimento del danno da responsabilità medica prescrizione
risarcimento danni responsabilità medica quantificazione
responsabilità medica quantificazione del danno
risarcimento danno responsabilità medica prescrizione
responsabilità medica danno riflesso
risarcimento del danno responsabilità medica
danno tanatologico responsabilità medica
responsabilità medica voci di danno
malasanità Bologna, studio legale avvocato Sergio Armaroli

avvocato malasanità Bologna, studio legale avvocato Sergio Armaroli

avvocato malasanità Bologna, studio legale avvocato Sergio Armaroli

Keyword: colpa medica, responsabilità medica, malasanità, negligenza, imprudenza, imperizia

 

Novità in arrivo, ma intanto qual è la situazione attuale?

Cosa si intende per colpa medica?

Qual è la differenza tra colpa generica e colpa specifica?

Quali sono i tipi di colpa medica?

Quando si può parlare di negligenza?

E se invece si parla di imprudenza?

E quando ci si può riferire all’imperizia?

Perché è necessario affidarsi a un professionista?

Novità in arrivo, ma intanto qual è la situazione attuale?

È un argomento molto complesso, quello della responsabilità medica, che ha riverberi sia in sede penale che in sede civile. Proprio in questi giorni è all’esame della Commissione affari sociali della Camera il testo unico sulle Disposizioni in materia di responsabilità professionale del personale sanitario che, se approvato, sancirebbe alcuni principi già riconosciuti dalla giurisprudenza in sentenze anche recenti della Cassazione, come l’onere della prova che passerebbe al paziente, chiamato a dimostrare l’errore compiuto dal medico, e la riduzione della prescrizione in sede civile da 10 a 5 anni. Su questo testo unico torneremo in futuro, quando saranno legge le novità in esso contenute. Qui, invece, ci vogliamo soffermare sulla situazione attuale per capire le basi da cui muoversi quando ci si sente danneggiati dall’intervento di un medico.

Cosa si intende per colpa medica?

 

Si tratta un condotta che porta a un danno sia fisico che psichico in un paziente che è stato sottoposto a una terapia, a un intervento chirurgico o a qualsiasi pratica sanitaria. La colpa medica (da tenere distinta dal dolo perché, nel caso di cui ci stiamo occupando, manca la volontà di arrecare un danno) si prova quando si riesce a dimostrare un rapporto diretto tra l’azione di un medico (o della struttura a cui appartiene) e la conseguenza subita dal paziente. Bisogna infatti che emerga in modo inequivocabile un fatto: senza quell’azione, la conseguenza non si sarebbe verificata e per questo si parla di nesso di causalità. E sotto l’ombrello del nesso di causalità rientra anche l’omissione, quando cioè non vengono prescritti esami diagnostici o non si segue tutto l’iter intrapreso dal paziente sottoposto a un trattamento sanitario.

Qual è la differenza tra colpa generica e colpa specifica?

 

La colpa generica si ha quando il medico dimostra negligenza, imperizia o imprudenza, concetti che spieghiamo nei paragrafi descritti sotto. La colpa specifica, invece, discenda dal mancato rispetto di leggi, discipline, pratiche terapeutiche o ordini superiori. Anche in questo caso, come in quello della colpa medica, si parla comunque di non volontarietà del danno provocato.

Quali sono i tipi di colpa medica?

Si distinguono tre tipi: la negligenza, l’imprudenza e l’imperizia. Si parta da un esempio: un incidente stradale o un incidente domestico. La raccomandazione in genere fatta quando ci si trova si trova da una persona che ha subito un trauma, se non si hanno le competenze necessarie per intervenire, è di non spostarlo. Può accadere però che la situazione di pericolo non si esaurisca nell’incidente: c’è la possibilità, per esempio, che un’auto possa prendere fuoco o che una perdita consistente d’acqua possa portare a un corto circuito elettrico. Allora è necessario spostare subito la persona traumatizzata. Ecco, se lo spostamento viene fatto da una persona comune, che non è un medico, eventuali lesioni ulteriori non possono essere imputate all’improvvisato soccorritore che ha cercato comunque di evitare conseguenze ben peggiori, come la morte. Se invece le lesioni vengono provocate da un sanitario chiamato a un’operazione di soccorso, il discorso cambia.

Quando si può parlare di negligenza?

Si parla di negligenza da parte del medico quando vengono rilevate condotte attribuibili a trascuratezza, mancanza di approfondimento in una prescrizione farmacologica o diagnostica oppure, ancora, scarsità di attenzione in ciò che si sta facendo. Insomma, in questo caso il medico non ha adempiuto al proprio dovere e il paziente ne subisce le conseguenze peggiorando rispetto alla situazione iniziale o, nei casi più estremi, arrivando addirittura a perdere la vita.

E se invece si parla di imprudenza?

 

È una condotta che viola i protocolli e i regolamenti a cui i sanitari si devono attenere. In pratica, si tratta di trasgredire un divieto. Un esempio tipico è quello a carico dei medici di base che hanno l’obbligo, di fronte a malesseri di una certa gravità segnalati dal loro paziente, di non procedere a diagnosi e terapie in assenza di pareri specialistici. Quindi i medici di base devono indirizzare i pazienti verso un approfondimento diagnostico sotto la supervisione di uno specialista nella patologia, per quanto presunta in questa fase, lamentata dal paziente. Procedere in altro modo può essere pericoloso e provocare danni al proprio assistito.

E quando ci si può riferire all’imperizia?

L’imperizia di un medico si configura quando un medico dimostra una carenza nella sua preparazione e comunque procede pur non possedendo le conoscenze necessarie a garantire al paziente tutte le condizioni per una prestazione medica. In altre parole, il medico non ha applicato un comportamento tecnico adeguato all’individuazione e alla risoluzione del problema perché non possiede il retroterra conoscitivo e più il problema è complesso, più l’imperizia del medico può essere rischiosa.

 

Perché è necessario affidarsi a un professionista?

Nel caso ci si ritenga vittime di un caso di malasanità, è importante documentare in modo approfondito ciò che è accaduto. Molti esposti e molte denunce in sede penale, infatti, vengono archiviati già su richiesta del pubblico ministero perché non si riesce a far emergere la profondità del danno subito. È fondamentale, quindi, che all’avvocato a cui si chiede supporto legale in queste vicende abbia esperienza in materia e conosca approfonditamente ciascuno dei passaggi che porta a dimostrare la violazione patita dal paziente.

Avvocato malasanità Milano
Avvocato malasanità Roma
Avvocato malasanità Napoli
Avvocato malasanità Torino
Avvocato malasanità Avellino
Avvocato malasanità Benevento
Avvocato malasanità Caserta
Avvocato malasanità Frosinone
Avvocato malasanità Latina
Avvocato malasanità Salerno
Avvocato malasanità Varese
Avvocato malasanità Pavia
Avvocato malasanità Monza Brianza
Avvocato malasanità Lecco
Avvocato malasanità Como
Avvocato malasanità Bergamo
Avvocato malasanità Gorizia
Avvocato malasanità Trieste
Avvocato malasanità Udine
Avvocato malasanità Vicenza
Avvocato malasanità Verona
Avvocato malasanità Belluno
Avvocato malasanità Pordenone
Avvocato malasanità Treviso
Avvocato malasanità Vercelli
Avvocato malasanità Verbania
Avvocato malasanità Novara
Avvocato malasanità Cuneo
Avvocato malasanità Biella
Avvocato malasanità Aosta
Avvocato malasanità Asti
Avvocato malasanità Alessandria
Avvocato malasanità Terni
Avvocato malasanità Viterbo
Avvocato malasanità Rovigo
Avvocato malasanità Padova
Avvocato malasanità Messina
Avvocato malasanità Siena
Avvocato malasanità Prato
Avvocato malasanità Firenze
CONSULENZA LEGALE:

Malasanità – Errori medici
Perizie Medico Legali
Casi mortali
Incidenti stradali

___________________________________

Risarcimento malasanità Milano
Risarcimento malasanità Roma
Risarcimento malasanità Napoli
Risarcimento malasanità Torino
Risarcimento malasanità Avellino
Risarcimento malasanità Benevento
Risarcimento malasanità Caserta
Risarcimento malasanità Frosinone
Risarcimento malasanità Latina
Risarcimento malasanità Salerno
Risarcimento malasanità Varese
Risarcimento malasanità Pavia
Risarcimento malasanità Monza Brianza
Risarcimento malasanità Lecco
Risarcimento malasanità Como
Risarcimento malasanità Bergamo
Risarcimento malasanità Gorizia
Risarcimento malasanità Trieste
Risarcimento malasanità Udine
Risarcimento malasanità Vicenza
Risarcimento malasanità Verona
Risarcimento malasanità Belluno
Risarcimento malasanità Pordenone
Risarcimento malasanità Treviso
Risarcimento malasanità Vercelli
Risarcimento malasanità Verbania
Risarcimento malasanità Novara
Risarcimento malasanità Cuneo
Risarcimento malasanità Biella
Risarcimento malasanità Aosta
Risarcimento malasanità Asti
Risarcimento malasanità Alessandria
Risarcimento malasanità Terni
Risarcimento malasanità Viterbo
Risarcimento malasanità Rovigo
Risarcimento malasanità Padova
Risarcimento malasanità Messina
Risarcimento malasanità Siena
Risarcimento malasanità Prato
Risarcimento malasanità Firenze
RISARCIMENTO DANNI

.

.

DOMANDA il medico risponde per colpa lieve?

 

L’esercente la professione sanitaria che nello svolgimento della propria attività si attiene a linee guida e buone pratiche accreditate dalla comunità scientifica non risponde penalmente per colpa lieve’.

Richiamando, in via di estrema sintesi, l’orientamento espresso dalla giurisprudenza di legittimità nel procedere alla ermeneusi della norma ora citata, si osserva che la Corte regolatrice ha chiarito che la novella esclude la rilevanza penale della colpa lieve, rispetto a quelle condotte lesive che abbiano osservato linee guida o pratiche terapeutiche mediche virtuose, purché esse siano accreditate dalla comunità scientifica. In particolare, si è evidenziato che la norma ha dato luogo ad una abolitiocriminis parziale degli artt. 589 e 590 cod. pen., avendo ristretto l’area penalmente rilevante individuata dalle predette norme incriminatrici, giacché oggi vengono in rilievo unicamente le condotte qualificate da colpa grave (Sez. 4, Sentenza n. 11493 del 24/01/2013, dep. 11/03/2013, Rv. 254756; Sez. 4, Sentenza n. 16237 del 29/01/2013, dep. 09/04/2013, Rv. 255105).

Occorre in questa sede ribadire che la parziale abrogazione, determinata dall’art. 3 della legge 8 novembre 2012, n. 189, delle fattispecie di cui agli artt. 589 e 590, cod. pen., qualora il soggetto agente sia un esercente la professione sanitaria, determina un problema di diritto intertemporale, che trova regolamentazione alla luce della disciplina legale. Come meglio si vedrà nel prosieguo, la restrizione della portata dell’incriminazione ha avuto luogo attraverso due passaggi: l’individuazione di un’area fattuale costituita da condotte aderenti ad accreditate linee guida; e l’attribuzione di rilevanza penale, in tale ambito, alle sole condotte connotate da colpa grave, poste in essere nell’attuazione in concreto delle direttive scientifiche. Pertanto, nell’ambito delle richiamate fattispecie incriminatrici, la rilevanza penale è da ritenersi circoscritta alla sola colpa grave (Cass. Sez. 4, Sentenza n. 16237 del 29/01/2013, dep. 09/04/2013, cit.). E deve pure richiamarsi l’insegnamento espresso dalla giurisprudenza di legittimità con la sentenza da ultimo citata, ove si è evidenziato che tale struttura della riforma in tema di responsabilità sanitaria ha realizzato un caso di abolitiocriminis parziale; che si è in presenza di norma incriminatrice speciale, che sopravviene e che restringe l’area applicativa della norma anteriormente vigente; che si sono succedute nel tempo norme in rapporto di genere a specie: due incriminazioni di cui quella successiva restringe l’area del penalmente rilevante individuata da quella anteriore, ritagliando implicitamente due sottofattispecie, quella che conserva rilievo penale (in caso di colpa grave) e quella che, invece, diviene penalmente irrilevante (qualora sia accertata la colpa lieve), oggetto di abrogazione.

 

 

 

 

DOMANDA : QUANDO ABBIAMO IL NESSO CAUSALE TRA COLPA MEDICA E DANNO?

Ebbene con riferimento all’attività medico-chirurgica, sia la dottrina che la giurisprudenza si sono poste il problema di definire quando un determinato evento, quale le lesioni personali o il decesso di un paziente, sia ascrivibile alla responsabilità di un sanitario per non essersi que- st’ultimo attivato utilmente per evitare simili conseguenze. La dottrina maggioritaria ritiene che in tali ipotesi non si possa far riferimento alla teoria della condicio sine qua non, gene- ralmente ritenuta quale fondamento dell’art. 40 c.p. ed in base alla quale è considerata “cau- sa” ogni condizione, cioè qualsiasi antecedente in mancanza del quale l’evento non si sareb- be verificato, per cui vengono posti sullo stesso piano causale tutti gli antecedenti necessari all’evento. Ne deriva che la condotta dell’uomo diventa causa ogni qual volta rappresenta una delle condizioni, tra le tante, che concorrono a produrre l’evento. La dottrina citata, infatti, ritiene che la teoria della condicio sine qua non sia stata in effetti formulata e verificata es- senzialmente in rapporto a fattispecie di reati commissivi dolosi, ove più facile risulta ricono- scere – alle volte intuitivamente – l’efficacia causale del comportamento umano rispetto al- l’evento oggetto del reato. Al contrario, proprio in relazione alle fattispecie colpose, commis- sive ed omissive, si è assistito ad un fenomeno di progressiva sostituzione ed integrazione del- l’operazione logica nella quale si sostanzia la tesi della condicio sine qua non a favore della utilizzazione di principi generali, siano essi “leggi universali” (tali da determinare in termini di assoluta certezza che al verificarsi dell’evento X sia invariabilmente accompagnata la veri- ficazione dell’evento Y), siano al contrario semplici “leggi statistiche”, destinate esclusiva- mente ad affermare – in termini scientificamente verificabili – in quale misura percentuale ad un determinato evento ne consegua un altro.

.

.

___________________________________

Denuncia malasanità Milano
Denuncia malasanità Roma
Denuncia malasanità Napoli
Denuncia malasanità Torino
Denuncia malasanità Avellino
Denuncia malasanità Benevento
Denuncia malasanità Caserta
Denuncia malasanità Frosinone
Denuncia malasanità Latina
Denuncia malasanità Salerno
Denuncia malasanità Varese
Denuncia malasanità Pavia
Denuncia malasanità Monza Brianza
Denuncia malasanità Lecco
Denuncia malasanità Como
Denuncia malasanità Bergamo
Denuncia malasanità Gorizia
Denuncia malasanità Trieste
Denuncia malasanità Udine
Denuncia malasanità Vicenza
Denuncia malasanità Verona
Denuncia malasanità Belluno
Denuncia malasanità Pordenone
Denuncia malasanità Treviso
Denuncia malasanità Vercelli
Denuncia malasanità Verbania
Denuncia malasanità Novara
Denuncia malasanità Cuneo
Denuncia malasanità Biella
Denuncia malasanità Aosta
Denuncia malasanità Asti
Denuncia malasanità Alessandria
Denuncia malasanità Terni
Denuncia malasanità Viterbo
Denuncia malasanità Rovigo
Denuncia malasanità Padova
Denuncia malasanità Messina
Denuncia malasanità Siena
Denuncia malasanità Prato
Denuncia malasanità Firenze
CONSULENZA LEGALE:

Malasanità – Errori medici
Perizie Medico Legali
Casi mortali
Incidenti stradali
Infortuni sul lavoro
__

Assistenza malasanità Milano
Assistenza malasanità Roma
Assistenza malasanità Napoli
Assistenza malasanità Torino
Assistenza malasanità Avellino
Assistenza malasanità Benevento
Assistenza malasanità Caserta
Assistenza malasanità Frosinone
Assistenza malasanità Latina
Assistenza malasanità Salerno
Assistenza malasanità Varese
Assistenza malasanità Pavia
Assistenza malasanità Monza Brianza
Assistenza malasanità Lecco
Assistenza malasanità Como
Assistenza malasanità Bergamo
Assistenza malasanità Gorizia
Assistenza malasanità Trieste
Assistenza malasanità Udine
Assistenza malasanità Vicenza
Assistenza malasanità Verona
Assistenza malasanità Belluno
Assistenza malasanità Pordenone
Assistenza malasanità Treviso
Assistenza malasanità Vercelli
Assistenza malasanità Verbania
Assistenza malasanità Novara
Assistenza malasanità Cuneo
Assistenza malasanità Biella
Assistenza malasanità Aosta
Assistenza malasanità Asti
Assistenza malasanità Alessandria
Assistenza malasanità Terni
Assistenza malasanità Viterbo
Assistenza malasanità Rovigo
Assistenza malasanità Padova
Assistenza malasanità Messina
Assistenza malasanità Siena
Assistenza malasanità Prato
Assistenza malasanità Firenze

colpa medica prescrizione

colpa medica 2014

colpa medica lieve

colpa medica penale

colpa medica balduzzi

colpa medica civile

colpa medica tribunale milano

colpa medica sentenze

colpa medica mediazione obbligatoria

colpa medica d’equipe

colpa medica anestesista

colpa medica accertamento tecnico preventivo

colpa medica altalex

colpa medica riforma balduzzi

colpa medica lieve balduzzi

colpa medica dopo legge balduzzi

blaiotta colpa medica

colpa medica cassazione penale

colpa medica competenza territoriale

colpa medica consenso informato

colpa medica cassazione civile

colpa medica errore di diagnosi

colpa medica e nascita indesiderata

colpa medica foro del consumatore

colpa medica foro competente

colpa medica franzese

colpa medica sentenza franzese

formulario colpa medica

atto di citazione colpa medica formulario

colpa medica grave

colpa medica giurisprudenza

colpa medica giurisprudenza penale

colpa medica garza

colpa medica ginecologo

colpa medica giudizio controfattuale

colpa medica giudice di pace

colpa grave medico rivalsa

colpa grave medico assicurazione

colpa grave medico corte dei conti

colpa medica imperizia

colpa medica imprudenza

colpa medica in penale

colpa medica legge balduzzi

colpa medica legittimazione passiva

colpa medica linee guida

colpa medica lieve e grave

colpa medica lesioni colpose

colpa medica legge

colpa medica leges artis

colpa medica la cassazione riconosce

colpa medica libri

colpa medica morte paziente

colpa medica messa in mora

colpa medica nesso causale

colpa medica nesso di causalità penale

colpa medica nesso di causalità

colpa medica negligenza

colpa medica novità

colpa medica nel diritto

colpa medica onere della prova

colpa medica omicidio colposo

colpa medica omessa diagnosi

colpa medica omissiva

colpa medica omissione

colpa medica ortopedia

colpa medica odontoiatra

colpa medica professionale

colpa medica prescrizione penale

colpa medica per omissione

colpa medica procedibilità

colpa medica perdita di chances

colpa medica parere

colpa medica parere penale

colpa medica parto

colpa medica querela

colpa medica quantificazione danno

colpa medica quesiti ctu

colpa medica termini querela

colpa medica responsabile civile

colpa medica risarcimento danni

colpa medica risarcimento prescrizione

colpa medica riforma

colpa medica reato

colpa medica risarcimento

colpa medica radiologo

colpa medica san severo

colpa medica sentenza tribunale milano

colpa medica specializzando

colpa medica struttura sanitaria

colpa medica sentenza cantore

colpa medica sentenze 2012

colpa medica specifica

colpa medica senza danno

colpa medica tesi

colpa medica tabelle

colpa medica termine di prescrizione

colpa medica tumore

responsabilita’ medica trasfusione incompatibile sbagliata

colpa medica ultime sentenze

colpa medica sezioni unite

colpa medica veterinaria

colpa medica per imperizia

colpa medica per errata diagnosi

 

By | 2017-08-30T17:01:54+00:00 settembre 19th, 2015|Risarcimento errore medico|0 Comments

Leave A Comment