Il mio obiettivo? La tua soddisfazione!
CHIAMA SUBITO!!!

Diritto Impresa

Avvocato impresa, assistenza legale imprese, perché è meglio prevenire che curare, anche in ambito giuridico

L’avvocato Sergio Armaroli segue l’impresa e ne cura le molteplici questioni giuridiche.

Contrattualistica

 

Predisposizione condizioni generali di contratto

▪ Agenzia e distribuzione

▪ Lavoro

AVVOCATO CONTRATTI COMMERICALI INTERNAZIONALI E ARBITRATI  INTERNAZIONALI

 

 

contratti internazionali modelli

contratti internazionali legge applicabile

contratti internazionali foro competente

contratti internazionali commerciali

contratto internazionale di lavoro

modello contratto internazionale di agenzia

 

legge applicabile diritto internazionale privato

 700_7770

Quali sono le fonti dei contratti internazionali?

In primis, la legge nazionale che si sceglie come legge applicabile al contratto e le convenzioni internazionali se recepite dal Paese in cui la legge viene applicata. La più importante è la Convenzione di Roma del 1980 sulle obbligazioni contrattuali che ha reso possibile un sistema di diritto internazionale privato più omogeneo.

Di grande rilevanza è poi ad es. la Convenzione di Bruxelles del 1968 del diritto internazionale processuale, essa detta criteri uniformi in merito a competenza giurisdizionale ed esecuzione delle sentenze.

Vi è poi la normativa comunitaria, qualora le parti siano entrambe appartenenti all’Unione Europea, in particolare, da un lato i regolamenti CE, di carattere generale, obbligatori e direttamente applicabili negli stati membri, e dall’altro direttive CE che sono vincolanti per gli stati membri solo per quanto riguarda un determinato risultato da raggiungere.

 

 

arbitrato diritto internazionale

arbitrato internazionale

arbitrato internazionale in italia

arbitrato internazionale milano

arbitrato internazionale legge applicabile

arbitrato internazionale significato

arbitrato internazionale clausola compromissoria

arbitrato internazionale commerciale

AS8

 

A cosa serve arbitrato internazionale?

Arbitrato internazionale è talvolta chiamato un forma ibrida di risoluzione delle controversie internazionali, da allora esso si fondono elementi di diritto civile e procedura di diritto comune, pur consentendo le parti una significativa opportunità per progettare la procedura arbitrale in base al quale la controversia sarà risolta. Arbitrato internazionale può essere utilizzato per risolvere qualsiasi controversia che è considerato “arbitrabili,” un termine in cui la portata varia da stato a stato, ma che comprende la maggior parte delle controversie commerciali.

 

Grazie ad un trattato noto come il Convenzione di New York, entrato in vigore il 7 Giugno 1959, arbitrali possono essere applicate nella maggior parte dei paesi a differenza delle sentenze della Corte tradizionale. Sopra 150 paesi hanno ratificato la convenzione di New York oggi, significato che arbitrali possano essere attuate circa 3/4 dei paesi riconosciuti dalle Nazioni Unite.

 

contratto assistenza legale continuativa

contratto di assistenza legale

contratti internazionali commerciali

contratti internazionali modelli

contratti internazionali foro competente

contratti internazionali di agenzia

contratti internazionali legge applicabile

 

ASPETTI PROBLEMATICI

Il contratto internazionale presenta i seguenti elementi problematici, che si aggiungono alle questioni comuni ai contratti domestici:

  1. ci sono due o più leggi astrattamente applicabili (legge applicabile)
  2. ci sono due o più Giudici astrattamente “competenti” a risolvere eventuali controversie (modalità di risoluzione delle controversie)
  3. possono esserci due diversi linguaggi delle parti (lingua del contratto)
  4. possono esserci due diverse valute (moneta del contratto)
  5. possono esserci problemi e costi di tipo doganale
  6. trattandosi, di regola, di contratto “a distanza” si configurano, oltre a quella doganale, problematiche specifiche in tema di trasporto ed assicurazione delle merci, di selezione delle modalità di pagamento, etc.
  7. possono configurarsi, infine, differenze “culturali ed ambientali” tra le parti che condizionano le trattative e l’esecuzione del contratto.

 

I CONTRATTI PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE IMPRESA

L’impresa che si organizza per vendere o distribuire i propri prodotti utilizza diverse tipologie contrattuali che possono, tuttavia, in una sorta di articolazione progressiva, essere raggruppate in tre categorie principali.

1) contratti di vendita

tipologia di base, che comprende, in realtà, una “famiglia” di contratti che, accanto al dato comune causale (scambio bene contro pagamento di un prezzo) presenta caratteristiche differenziate che dipendono dall’oggetto del contratto (es: commodities, macchinari ed impianti “chiavi in mano”), dalle modalità produttive (es: subfornitura) e dalle sue modalità di conclusione (condizioni generali di vendita o di acquisto)

 

2) contratti di distribuzione

usati dalle imprese che cominciano ad organizzarsi per massimizzare la distribuzione dei propri prodotti o dei propri servizi all’interno di mercati ritenuti strategici; alla unitaria funzione economica dei contratti di distribuzione sono riconducibili diverse tipologie contrattuali che includono:

  • Agenzia (Procacciamento d’affari)

  • Concessione

  • Franchising (di prodotto, di servizi, di produzione)

Altri accordi (autonomi o in clausole) accessori: contratti di trasporto, assicurazione, sistemi di pagamento e garanzia (riservato dominio)

 

Nell’ambito dell’Unione Europea, la materia della legge applicabile al contratto è regolata dalla Convenzione di Roma (1980) sulla legge applicabile alle obbligazioni contrattuali, la quale detta regole uniformi a livello europeo sui conflitti di legge in materia di contratti, allo scopo di prevenire il fenomeno del cd. “forum shopping”. In Italia, l’art. 57 della legge 31 Maggio 1995, n. 218 di “Riforma del sistema italiano di diritto internazionale privato” rinvia espressamente alla Convenzione in questione, stabilendo che i contratti con elementi di internazionalità sono disciplinati “in ogni caso” dalla Convenzione di Roma del 1980 del 19 Giugno 1980.

L’art. 3 della Convenzione prevede, in linea di principio, che le parti siano libere di scegliere la legge applicabile al loro rapporto. Sebbene non venga richiesto che tale scelta sia espressa in forma scritta, è sempre opportuno farlo, in quanto in caso contrario, per essere fatta valere, dovrà risultare in modo ragionevolmente certo dalle disposizioni del contratto o dalle circostanze del caso.

 

  1. la Convenzione di Roma del 1980 (legge applicabile), oggi sostituita dal Regolamento CE 593/2008
  2. il Regolamento CE 44/2001 (giurisdizione e riconoscimento delle sentenze) che sostituisce la precedente Convenzione di Bruxelles del 1968

D’altra parte, gli arbitrati presentano anche indiscutibili vantaggi. Ciò vale, da un lato, in relazione a quei Paesi che impongono una scelta tra l’adire il giudice statale nel luogo in cui ha sede l’agente e l’applicare una clausola arbitrale e ciò in virtù del fatto che le decisioni dei tribunali stranieri non ven- gono, di norma, riconosciute ed eseguite. Più in generale, tale vantaggio si ha anche in considerazione dei pregi normalmente insiti in una decisione arbitrale:

  • discrezione;
  • composizione del collegio arbitrale con professionisti competenti del settore;
  • decisione vincolante in unica istanza;
  • rapidità del processo;
  • possibilità di dare esecuzione del lodo all’estero (nei paesi firmatari della Convenzione di New York

del 15).

Allo stato attuale nella maggior parte dei paesi è più agevole il riconoscimento e l’esecuzione dei lodi arbitrali di quanto non lo sia il riconoscimento delle decisioni di giudici stranieri. F

STUDIO CONTRATTI INTERNAZIONALI CON :

  1. Egitto, Afghanistan, Albania, Algeria, Antigua e Barbuda, Argentina, Armenia, Azerbaidjian, Austra- lia, Bahamas, Bahrein, Bangladesh, Barbados, Belgio, Benin, Bosnia Erzegovina, Botswana, Brasile, Brunei, Bulgaria, Burkina Faso, Chile, Cipro, Costa Rica, Danimarca, Germania, Gibuti, Domenica, Repubblica Dominicana, Ecuador, Costa D’Avorio, El Salvador, Estonia, Finlandia, Francia, Gabon, Georgia, Ghana, Grecia, Guatemala, Guinea, Haiti, Honduras, India, Indonesia, Iran, Irlanda, Islanda, Iraq, Israele, Italia, Giamaica, Giappone, Giordania, Cambogia, Camerun, Canada, Kazakistan, Kenia, Corea del Sud, Kirghisia, Colombia, Croazia, Cuba, Kuwait, Laos, Lettonia, Lesotho, Libano, Libe- ria, Lituania, Lussemburgo, Madagascar, Malesia, Mali, Macedonia, Malta, Marocco, Isole Marshall, Mauritania, Mauritius, Messico, Moldavia, Principato di Monaco, Mongolia, Montenegro, Mozambico, Nepal, Olanda, Nuova Zelanda, Nicaragua, Niger, Nigeria, Norvegia, Oman, Austria, Pakistan, Panama, Paraguay, Peru, Filippine, Polonia, Portogallo, Qatar, Romania, Federazione Russa, Saint Vincent & Grenadines, San Marino, Zambia, Arabia Saudita, Svezia, Svizzera, Senegal, Serbia, Singapore,

Slovacchia, Slovenia, Spagna, Sri Lanka, Sudafrica, Siria, Thailandia, Trinidad e Tobago, Repubblica Ceca, Tunisia, Turchia, Uganda, Ucraina, Ungheria, USA, Uruguay, Uzbekistan, Città del Vaticano, Venezuela, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, Vietnam, Repubblica Popolare Cinese, Bielorussia, Re- pubblica Centrafricana, Zimbabwe.

 

 

 

 

 

 

 

▪ Consulenza – assistenza

▪ Compravendita prodotti e servizi

▪ Produzione e fornitura beni materiali ed immateriali

 

Un’assistenza legale per le imprese competente, sia in ambito giudiziale che extragiudiziale, permette di contare su avvocati specializzati in diritto societario e amministrativo, ma anche sulle competenze raggruppate all’interno dell’eventuale studio di professionisti a cui appartiene.

 

Rappresentanti legali aziendali.

▪ Diritto civile

▪ Diritto societario e delle imprese

▪ Diritto del lavoro e per le imprese

▪ Diritto fallimentare

▪ Diritto bancario e finanziario

▪ Diritto amministrativo

▪ Diritto dei trasporti e della navigazione

 

Il giurista d’impresa si occupa della redazione della contrattualistica nazionale ed internazionale, svolgendo attività di consulenza legale per l’azienda per cui lavora. Il compito principale consiste nel tradurre, in termini giuridici, le scelte di politica dell’impresa e nel valutare le conseguenze legali di ogni singola decisione gestionale. Le sue attività principali possono così sintetizzarsi:

▪ stipula di contratti internazionali

▪ negoziazione e impostazione di accordi in tema di acquisizioni e fusioni

▪ gestione del contenzioso interno,

1. acquisto di marchio

2. licenza d’uso di marchio

3. contratti d’agenzia

4. contratti di distribuzione

5. locazione commerciale

6. cessione e affitto di azienda

7. contratti di fornitura e subfornitura industriale

8. appalto e subappalto privato

9. joint venture e accordi di partecipazione

10. cessioni di crediti

11. leasing e factoring

12. contratti di sponsorizzazione e merchandising

13. conduzione delle trattative precontrattuali con la controparte e negoziazione delle clausole;

14. predisposizione e redazione del contratto, delle clausole generali e speciali e di tutta la modulistica contrattuale;

15. revisione dei contratti in essere;

16. risoluzione o estinzione dei contratto per cause diverse dalla scadenza naturale, quali il recesso, la risoluzione per inadempimento e richiesta risarcimento danni ecc…

17. avvocato contratti

18. avvocato per imprese

19. giurista d’impresa e avvocato

20. avvocato d’azienda

21. figura del giurista d’impresa

22. consulente giuridico d’impresa

Contattami subito!

Avrai una risposta in tempi brevissimi

Nome e Cognome *

Telefono *

E-mail

Oggetto

Messaggio *

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.
Leggi l'informativa sulla Privacy

Diritto Impresa

» TRIB ROVIGO CONCORDATO PREVENTIVO-AVVOCATO FALLIMENTI

» AVVOCATO CONCORDATO PREVENTIVO BOLOGNA RAVENNA IMOLA FAENZA LUGO La Corte di merito ha rilevato che requisito di ammissibilità della domanda di concordato preventivo è la presenza della relazione formata da professionista attestatore (L. Fall., art. 161, comma 3), il quale deve essere in possesso dei requisiti di cui alla L. Fall., art. 67, comma 3, lett. d).

» ARABIA SAUDITA AVVOCATO PER ARABIA SAUDITA IMPRESE CHE VOGLIONO LAVORARE IN ARABIA-SAUDI ARABIA layer EXPERT SAUDI ARABIA TRADE

» IMPRESA AGRICOLA PUO ‘ FALLIRE principio di diritto applicabile nella fattispecie di causa, e in forza del quale la sentenza impugnata deve essere cassata, è che la sottrazione dell’impresa agricola alle norme sul fallimento non è di ostacolo all’applicabilità del R.D. n. 267 del 1942, art. 1, che dichiara soggetta alle norme in materia di fallimento l’impresa commerciale, nonostante che l’impresa medesima svolga contemporaneamente anche un’attività di natura agricola.

» LIBRO QUINTO DEL LAVORO TITOLO I DELLA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA’ PROFESSIONALI

» DELLA PROPRIETA’ Dei beni in generale

» CASSAZIONE PENALE,IMPRESA,FATTURE PER OPERAZIONI INESISTENTI reato ,AVVOCATO PENALE TRIBUTARIO BOLOGNA diritto penale tributario penale tributario confisca penale tributario dichiarazione infedele penale e tributario diritto penale tributario diritto penale tributario penale tributario iva penale tributario limiti penale tributario milano penale tributario nuovi limiti penale tributario omesso versamento iva penale tributario prescrizione penale tributario raddoppio termini DISTRETTO DELLE CONCERIE TOSCANE AVVOCATO PER CAUSE CONCERIE IN MATERIA PENALE E DI RIFIUTI

» TRUFFA MILLANTATO CREDITO ,ELEMENTI DEI REATI Articolo 61 Codice Penale Circostanze aggravanti comuni

» LA RESPONSABILITA’ DEL COMMERCIALISTA PER INADEMPIMENTO

» INTERPORTO BOLOGNA AVVOCATO PER AZIENDE INTERPORTO AVVOCATO PER IMPRESE E PRIVATI INTERPORTO DI BOLOGNA L’interporto di Bologna è la realtà economica e produttiva piu’ importante di Bologna

avvocato a bologna

Contattami subito!

Avrai una risposta in tempi brevissimi

Nome e Cognome *

Telefono *

E-mail

Oggetto

Messaggio *

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.
Leggi l'informativa sulla Privacy

PUOI CONTATTARMI ANCHE VIA MAIL: avvsergioarmaroli@gmail.com
Avvocato Sergio Armaroli - Studio Legale Bologna