Il mio obiettivo? La tua soddisfazione!
CHIAMA SUBITO!!!

TRE CONSIGLI UTILISSIMI SEPARAZIONE E DIVORZIO BOLOGNA SAN LAZZARO RAVENNA RIMINI BOLOGNA COME GESTIRE UNA SEPARAZIONE CON FIGLI ANDANDO DALL’AVVOCATO

 

TRE CONSIGLI UTILISSIMI SEPARAZIONE E DIVORZIO BOLOGNATRE CONSIGLI UTILISSIMI SEPARAZIONE E DIVORZIO BOLOGNA SAN LAZZARO RAVENNA RIMINI BOLOGNA COME GESTIRE UNA SEPARAZIONE CON FIGLI ANDANDO DALL’AVVOCATOQuando il matrimonio è in crisi e si vogliono tutelare gli interessi propri e dei figli, un legale può essere un aiuto prezioso per conoscere i propri diritti e per suggerire le soluzioni e le procedure più adatte al caso.

 

Nel 2015 è stato introdotto nell’ordinamento italiano il cosiddetto divorzio breve, una riforma della procedura di divorzio che ha reso più snella e veloce la separazione giuridica dei coniugi. La nuova legge ha introdotto diverse novità su:

  • tempistica
  • comunione dei beni
  • situazione dei figli

 

 

Durante la fase di separazione e di divorzio, l’aiuto di un legale è indispensabile

l divorzio breve è stato introdotto in Italia dalla legge n.55 del 6 maggio 2015,.

 

 

DIVORZIO BREVE BOLOGNA La lettera b) del numero 2 del comma 1 dell’articolo 3 della legge 1° dicembre 1970, n. 898, ha ridotto a dodici mesi la durata del periodo di separazione ininterrotta dei coniugi, necessaria per poter proporre la domanda di divorzio nei casi di separazione giudiziale.

BOLOGNA COME GESTIRE UNA SEPARAZIONE CON FIGLI ANDANDO DALL’AVVOCATO

Consulenze legali Bologna su contratti compravendita avvocato Bologna :studio legale a Bologna avvocato Sergio Armaroli,consulenza legale Bologna, contratti .immobiliari Bologna, contratti Bologna

Consulenze legali Bologna su contratti compravendita avvocato Bologna :studio legale a Bologna avvocato Sergio Armaroli,consulenza legale Bologna, contratti .immobiliari Bologna, contratti Bologna

 

  • MANTENETE LA CALMA

 

  • NON LITIGATE DAVANTI AI FIGLI ANZI PRORPIO NON LITIGATE, NON SERVE A NULLA!!

 

 

3)PENSATE BENE A CHE OBIETTIVO VOLETE RAGGIUNGERE

 

UN QUARTO CONSIGLIO :CERCATE SEMPRE UNA SEPARAZIONE CONSENSUALE PE RIL BENE VOSTRO E DEI FIGLI

1)Separarsi vuol dire avere una serie enorme di situazioni da risolvere !!!

 

 

2)La più grossa e importante è la situazione dei figli

 

aaaasepsep

  1. a) come dirlo ai figli

b)come riuscir ea segui9re i figli come prima o meglio di prima

c)come stare vicino ai figli nella separazione

d)come provvedere alle loro necessità economiche

  1. e) dove andare con i figli nella separazione ad abitare se si decide di cambiare casa
  2. f) come continuare ad avere un rapporto solido con figli

 

3) la problematica della casa

 

La casa resta al genitore collocatario dei figli minori almeno di regola

 

Chiama l’avvocato Sergio Armaroli per aver e una consulenza sulla tu separazione

TRE CONSIGLI UTILISSIMI SEPARAZIONE E DIVORZIO BOLOGNA  SAN LAZZARO RAVENNA RIMINI   BOLOGNA COME GESTIRE UNA SEPARAZIONE CON FIGLI ANDANDO DALL’AVVOCATO SEPARAZIONE

TRE CONSIGLI UTILISSIMI SEPARAZIONE E DIVORZIO BOLOGNA SAN LAZZARO RAVENNA RIMINI BOLOGNA COME GESTIRE UNA SEPARAZIONE CON FIGLI ANDANDO DALL’AVVOCATO

assegnazione casa coniugale senza figli 2016

assegnazione casa coniugale senza figli separazione consensuale

assegnazione casa coniugale senza figli sentenze

assegnazione casa coniugale senza figli comodato

assegnazione casa coniugale senza figli 2014

assegnazione casa coniugale senza figli separazione giudiziale

separazione assegnazione casa coniugale senza figli

assegnazione della casa coniugale senza figli

assegnazione casa coniugale comproprietà senza figli

COMPRAVENDITE IMMOBILIARI TRA PRIVATI, COMPRAVENDITE IMMOBILIARI FIRENZE, REGIME FISCALE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI, FORUM COMPRAVENDITE IMMOBILIARI, ACCERTAMENTO FISCALE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI, SOLUZIONI IMMOBILIARI COMPRAVENDITE FINANZIAMENTI PERMUTE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IN FRANCIA, NORMATIVA FISCALE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI, GRAFICO COMPRAVENDITE IMMOBILIARI, GUIDA ALLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI GUIDA COMPRAVENDITE IMMOBILIARI COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IVA, COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IMPOSTE, COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IMPOSTA DI REGISTRO, COMPRAVENDITE IMMOBILIARI ISTAT, COMPRAVENDITE IMMOBILIARI INTERNAZIONALI COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IN ITALIA COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IN FRANCIA COMPRAVENDITE IMMOBILIARI 2012 ISTAT COMPRAVENDITE IMMOBILIARI 2010 ISTAT COMPRAVENDITE IMMOBILIARI LIGNANO, LEGGE BERSANI COMPRAVENDITE IMMOBILIARI L’IVA NELLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI, LEGGI COMPRAVENDITE IMMOBILIARI, LE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI ISTAT COMPRAVENDITE IMMOBILIARI E MUTUI MANOVRA MONTI COMPRAVENDITE IMMOBILIARI, DECRETO MONTI COMPRAVENDITE IMMOBILIARI, MEDIATORE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI COMPRAVENDITE IMMOBILIARI E MUTUI, CAPARRA CONFIRMATORIA CAPARRA CAPARRA PENITENZIALE CAPARRA AFFITTO CAPARRA IN INGLESE CAPARRA CONFIRMATORIA IVA CAPARRA CONFIRMATORIA CODICE CIVILE CAPARRA CONFIRMATORIA ACCONTO, CAPARRA ACQUISTO IMMOBILE, CAPARRA CONFIRMATORIA, CAPARRA PENITENZIALE, CAPARRA AFFITTO, CAPARRA IN INGLESE, CAPARRA CONFIRMATORIA IVA, CAPARRA CONFIRMATORIA CODICE CIVILE, CAPARRA CONFIRMATORIA ACCONTO,

COMPRAVENDITE IMMOBILIARI TRA PRIVATI,
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI FIRENZE,
REGIME FISCALE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI,
FORUM COMPRAVENDITE IMMOBILIARI,
ACCERTAMENTO FISCALE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI,
SOLUZIONI IMMOBILIARI COMPRAVENDITE FINANZIAMENTI PERMUTE
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IN FRANCIA,
NORMATIVA FISCALE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI,
GRAFICO COMPRAVENDITE IMMOBILIARI,
GUIDA ALLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI
GUIDA COMPRAVENDITE IMMOBILIARI
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IVA,
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IMPOSTE,
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IMPOSTA DI REGISTRO,
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI ISTAT,
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI INTERNAZIONALI
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IN ITALIA
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IN FRANCIA
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI 2012 ISTAT
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI 2010 ISTAT
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI LIGNANO,
LEGGE BERSANI COMPRAVENDITE IMMOBILIARI
L’IVA NELLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI,
LEGGI COMPRAVENDITE IMMOBILIARI,
LE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI
ISTAT COMPRAVENDITE IMMOBILIARI E MUTUI
MANOVRA MONTI COMPRAVENDITE IMMOBILIARI,
DECRETO MONTI COMPRAVENDITE IMMOBILIARI,
MEDIATORE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI E MUTUI,
CAPARRA CONFIRMATORIA
CAPARRA
CAPARRA PENITENZIALE
CAPARRA AFFITTO
CAPARRA IN INGLESE
CAPARRA CONFIRMATORIA IVA
CAPARRA CONFIRMATORIA CODICE CIVILE
CAPARRA CONFIRMATORIA ACCONTO,
CAPARRA ACQUISTO IMMOBILE,
CAPARRA CONFIRMATORIA,
CAPARRA PENITENZIALE,
CAPARRA AFFITTO,
CAPARRA IN INGLESE,
CAPARRA CONFIRMATORIA IVA,
CAPARRA CONFIRMATORIA CODICE CIVILE,
CAPARRA CONFIRMATORIA ACCONTO,

2
assegnazione della casa coniugale giurisprudenza

giurisprudenza su assegnazione casa coniugale

2
assegnazione casa coniugale divorzio senza figli

assegnazione casa coniugale divorzio figli maggiorenni

revoca assegnazione casa coniugale divorzio

trascrizione assegnazione casa coniugale divorzio

assegnazione casa coniugale e divorzio

assegnazione casa coniugale nel divorzio

assegnazione casa coniugale dopo il divorzio

divorzio assegnazione casa coniugale comproprietà

assegnazione della casa coniugale nel divorzio

2
assegnazione casa coniugale imu tasi

assegnazione casa coniugale imu 2016

assegnazione casa coniugale pagamento imu

assegnazione casa coniugale e imu

assegnazione casa coniugale chi paga imu

separazione assegnazione casa coniugale imu

assegnazione provvisoria casa coniugale imu

assegnazione della casa coniugale imu

assegnazione casa coniugale e pagamento imu

2
assegnazione casa coniugale spese condominiali straordinarie

assegnazione casa coniugale spese condominiali decreto ingiuntivo

separazione assegnazione casa coniugale spese condominiali

assegnazione casa coniugale e spese condominiali

assegnazione casa coniugale ripartizione spese condominiali

separazione assegnazione casa coniugale spese condominiali straordinarie

assegnazione casa coniugale pagamento spese condominiali

separazione coniugi assegnazione casa coniugale spese condominiali

assegnazione casa coniugale e spese condominiali straordinarie

2
assegnazione casa coniugale figlio maggiorenne disabile

assegnazione casa coniugale figlio maggiorenne convivente

assegnazione casa coniugale figlio maggiorenne non autosufficiente

assegnazione casa coniugale figlio maggiorenne autosufficiente

revoca assegnazione casa coniugale figlio maggiorenne

assegnazione casa coniugale e figlio maggiorenne

assegnazione della casa coniugale figlio maggiorenne

2
assegnazione casa coniugale in comproprietà

assegnazione casa coniugale in locazione

assegnazione casa coniugale in comproprietà senza figli

assegnazione della casa coniugale in affitto

assegnazione casa coniugale pagamento affitto

revoca assegnazione casa coniugale in comproprietà

assegnazione della casa coniugale in comproprietà

divorzio assegnazione casa coniugale in comproprietà

assegnazione casa coniugale in comproprietà con figli

2
assegnazione casa coniugale separazione consensuale

assegnazione casa coniugale separazione dei beni

assegnazione casa coniugale separazione senza figli

assegnazione casa coniugale separazione giudiziale

assegnazione casa coniugale separazione con addebito

assegnazione casa coniugale separazione divorzio

assegnazione casa coniugale separazione imu

assegnazione casa coniugale senza figli separazione consensuale

separazione assegnazione casa coniugale figli maggiorenni

2
assegnazione casa coniugale convivenza more uxorio

revoca assegnazione casa coniugale convivenza more uxorio

assegnazione casa coniugale e convivenza more uxorio

assegnazione casa coniugale e nuova convivenza

revoca assegnazione casa coniugale per convivenza more uxorio

assegnazione casa coniugale in caso di convivenza

assegnazione della casa coniugale e nuova convivenza

assegnazione casa coniugale nuova convivenza

revoca assegnazione casa coniugale convivenza

 

 

 

 

 

A chi viene assegnata la casa coniugale?

Il problema dell’assegnazione della casa coniugale si pone solo quando la stessa sia di proprietà di entrambi i coniugi o del coniuge diverso da quello che ne chiede l’assegnazione. Nessun problema, infatti, può sussistere se l’assegnatario e il proprietario sono la stessa persona.Sul tema, in dottrina ed in giurisprudenza, si registrano due orientamenti contrastanti. Da un lato vi è chi ammette l’assegnazione della casa familiare al coniuge non proprietario solo in presenza di un provvedimento di affidamento della prole; dall’altro chi estende l’ambito di applicabilità dell’istituto in parola anche al ricorrere di presupposti ulteriori ed alternativi.

La Corte con la sentenza in esame ha accolto l’orientamento restrittivo, ritenendo che l’assegnazione della casa coniugale non possa considerarsi una misura assistenziale ma adempie, soltanto, alla finalità di tutelare la prole, indipendentemente dalla proprietà esclusiva o concorrente dei coniugi. In buona sostanza, solo l’interesse dei figli a non subire ulteriori cambiamenti dovuti alla crisi familiare e a conservare un minimo di continuità e regolarità di vita sono gli unici motivi che possono spingere a sacrificare il diritto di proprietà.

 

ACOPPIA SEPARAZIONE

Sul tema, in dottrina ed in giurisprudenza, si registrano due orientamenti contrastanti. Da un lato vi è chi ammette l’assegnazione della casa familiare al coniuge non proprietario solo in presenza di un provvedimento di affidamento della prole; dall’altro chi estende l’ambito di applicabilità dell’istituto in parola anche al ricorrere di presupposti ulteriori ed alternativi.

La Corte con la sentenza in esame ha accolto l’orientamento restrittivo, ritenendo che l’assegnazione della casa coniugale non possa considerarsi una misura assistenziale ma adempie, soltanto, alla finalità di tutelare la prole, indipendentemente dalla proprietà esclusiva o concorrente dei coniugi. In buona sostanza, solo l’interesse dei figli a non subire ulteriori cambiamenti dovuti alla crisi familiare e a conservare un minimo di continuità e regolarità di vita sono gli unici motivi che possono spingere a sacrificare il diritto di proprietà.

 

 

ì

Come il diritto del figlio naturale a non lasciare l’abitazione in seguito alla cessazione della convivenza di fatto fra i genitori non richiede un’apposita previsione, anche il diritto del genitore affidatario di prole naturale a ottenere la trascrizione del provvedimento di assegnazione non necessita di un’autonoma previsione, dal momento che risponde alla stessa ratio di tutela del minore ed è strumentale a rafforzarne il contenuto: il dovere di mantenere, istruire ed educare i figli e di garantire loro la permanenza nel medesimo ambiente in cui hanno vissuto con i genitori deve essere assolto tenendo conto, prima che delle posizioni di terzi, del diritto che alla prole deriva dalla responsabilità genitoriale prevista dall’articolo 30 della Costituzione e tesa a favorire il corretto sviluppo della personalità del minore.

Corte costituzionale – sentenza 12-21 ottobre 2005 n. 394 (in Guida al Diritto, Edizione n. 45 del 26 novembre 2005, pagina 16)

 

 

In tema di separazione personale, l’assegnazione della casa coniugale esonera l’assegnatario esclusivamente dal pagamento del canone, cui altrimenti sarebbe tenuto nei confronti del proprietario esclusivo o del comproprietario dell’immobile assegnato, onde, qualora il giudice attribuisca a uno dei coniugi l’abitazione di proprietà dell’altro, la gratuità di tale assegnazione si riferisce solo all’uso dell’abitazione medesima, ma non si estende alle spese correlate a detto uso (ivi comprese quelle condominiali), onde tali spese vanno legittimamente poste a carico del coniuge assegnatario.

Cass. Sezione I, sentenza 19 settembre 2005 n. 18476 (in Guida al Diritto, Edizione n. 42 del 29 ottobre 2005, pagina 65)

 

Avvocato matrimonialista Bologna Divorzio Bologna

 

Il divorzio è lo strumento pensato per sciogliere il matrimonio. Quindi solo con il divorzio si torna ad essere una persona libera e ci si può sposare nuovamente.

La fine di un matrimonio è sempre un momento particolarmente delicato per i coniugi che si accingono a interrompere definitivamente la propria vita insieme.

La scelta di divorziare è una decisione gravida di conseguenze sia dal punto di vista emotivo e psicologico, che da quello economico. Quando si parla di divorzio per un avvocato si parla sia di scioglimento del vincolo matrimoniale sia di cessazione degli effetti civili del matrimonio concordatario. Poiché la distinzione tra le due fattispecie non è intuitiva, è opportuno chiarire in che cosa questa consista.

Per affrontare una scelta così delicata è indispensabile affidarsi a un avvocato divorzista in grado di sapervi assistere al meglio, fin dall’inizio, in ogni aspetto della vicenda. l divorzio congiunto è la procedura che consente, dopo una separazione di sei mesi o un anno e con l´accordo tra le parti, di ottenere lo scioglimento del matrimonio.

I sei mesi o un anno necessari per poterlo chiedere decorrono dalla data dell´udienza di comparizione davanti al presidente del tribunale nella procedura di separazione. Non è sempre obbligatorio essere assistiti da un avvocato divorzista, alcuni tribunali lo richiedono, ma il nostro consiglio è quello di avere sempre un avvocato divorzista, specialmente per le refluenze patrimoniali di un divorzio. Il divorzio, come la separazione, può essere consensuale o giudiziale.

 

Il divorzio consensuale prevede l’assistenza di coniugi che hanno già raggiunto un accordo su tutti i punti del rapporto e con un notevole risparmio di tempi e costi.

 

Il divorzio giudiziale, al contrario, può essere promosso da uno dei due coniugi quando non vi è accordo tra le parti e si intende comunque ottenere lo scioglimento del vincolo.

 

I coniugi possono richiedere il divorzio in presenza di una delle cause indicate dall’art. 3 della legge 1 dicembre 1970 n. 898 e tra i quali viene compresa anche la separazione dei coniugi ininterrotta per tre anni a decorrere dalla comparizione dei coniugi davanti al Presidente del Tribunale per la separazione.

  • Consulenza per la tutela della prole e del diritto genitoriale, con particolare attenzione alle recenti innovazioni in materia di affido condiviso;
  • Separazione tra i coniugi: consensuale – giudiziale;
  • Divorzio: cessazione degli effetti civili del matrimonio concordatario – scioglimento del matrimonio civile;
  • Nullità o annullamento del matrimonio;
  • Modifica delle condizioni di separazione e divorzio;
  • Affidamento dei minori;
  • Assegnazione della casa coniugale;
  • Assegno di mantenimento e divorzile;
  • Famiglia di fatto – convivenza more uxorio;
  • Tutela del diritto di visita;
  • Ricongiungimento famigliare;
  • Regime patrimoniale della famiglia;
  • Contratti di convivenza e unioni civili;
  • Patti di famiglia
  • Impresa famigliare;
  • Mediazione famigliare;

Negoziazione assistita;

Anche il divorzio, come la separazione, può essere affrontato in forma congiunta – con significativo risparmio di tempo e di costi – o in forma giudiziale, a seconda se sia possibile raggiungere un’intesa soddisfacente per entrambi i coniugi già prima dell’inizio della causa o nel corso della stessa.

La pronuncia di divorzio, che produrrà lo scioglimento definitivo del matrimonio (se celebrato in forma non religiosa) o la cessazione dei suoi effetti civili (se celebrato in Chiesa), dovrà prendere posizione sia sulla collocazione dei figli e sui rapporti con i genitori che sulle questioni economiche: mantenimento della prole ed eventuale assegno divorzile in favore del coniuge economicamente non autosufficiente.

All’eventuale riconoscimento dell’assegno divorzile sono legati anche altri importanti aspetti di ultrattività economica, come il diritto a percepire la pensione di reversibilità e la spettanza di una quota di TFR dell’ex-coniuge.

 

Codice Civile

Libro Primo

Delle persone e della famiglia

Titolo VI

Del matrimonio

Capo IVDei diritti e dei doveri che nascono dal matrimonio

Art. 143.Diritti e doveri reciproci dei coniugi.

Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri.

Dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell’interesse della famiglia e alla coabitazione.

Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia.

Art. 143-bis.Cognome della moglie.

La moglie aggiunge al proprio cognome quello del marito e lo conserva durante lo stato vedovile, fino a che passi a nuove nozze.

Art. 143-ter. (1)

[Cittadinanza della moglie.

La moglie conserva la cittadinanza italiana, salvo sua espressa rinunzia, anche se per effetto del matrimonio o del mutamento di cittadinanza da parte del marito assume una cittadinanza straniera.]

(1) Articolo abrogato dalla Legge 5 febbraio 1992, n. 91.

Art. 144.Indirizzo della vita familiare e residenza della famiglia

I coniugi concordano tra loro l’indirizzo della vita familiare e fissano la residenza della famiglia secondo le esigenze di entrambi e quelle preminenti della famiglia stessa.

A ciascuno dei coniugi spetta il potere di attuare l’indirizzo concordato.

Art. 145.Intervento del giudice.

In caso di disaccordo ciascuno dei coniugi può chiedere, senza formalità, l’intervento del giudice il quale, sentite le opinioni espresse dai coniugi e, per quanto opportuno, dai figli conviventi che abbiano compiuto il sedicesimo anno, tenta di raggiungere una soluzione concordata.

Ove questa non sia possibile e il disaccordo concerna la fissazione della residenza o altri affari essenziali, il giudice, qualora ne sia richiesto espressamente e congiuntamente dai coniugi, adotta, con provvedimento non impugnabile, la soluzione che ritiene più adeguata alle esigenze dell’unità e della vita della famiglia.

Art. 146.Allontanamento dalla residenza familiare.

Il diritto all’assistenza morale e materiale previsto dall’articolo 143 è sospeso nei confronti del coniuge che, allontanatosi senza giusta causa dalla residenza familiare rifiuta di tornarvi.

La proposizione della domanda di separazione, o di annullamento, o di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio costituisce giusta causa di allontanamento dalla residenza familiare.

Il giudice può, secondo le circostanze, ordinare il sequestro dei beni del coniuge allontanatosi, nella misura atta a garantire l’adempimento degli obblighi previsti dagli articoli 143, terzo comma, e 147.

Art. 147.

Doveri verso i figli (1)

Il matrimonio impone ad ambedue i coniugi l’obbligo di mantenere, istruire, educare e assistere moralmente i figli, nel rispetto delle loro capacità, inclinazioni naturali e aspirazioni, secondo quanto previsto dall’articolo 315-bis.

.

Art. 148.Concorso negli oneri (1)

I coniugi devono adempiere l’obbligo di cui all’articolo 147, secondo quanto previsto dall’articolo 316-bis.

dal 7 febbraio 2014

 

  • Avvocato matrimonialista Bologna consulenza sui diritti e doveri dei coniugi

La separazione è un procedimento necessario ai coniugi per regolare legalmente le condizioni di vita di ognuno dei coniugi dopo la crisi del rapporto matrimoniale,  anche in vista dell’eventuale successivo divorzio, conseguibile soltanto dopo almeno tre anni dalla separazione legale.

L’ausilio di un avvocato nella stesura di separazione dei coniugi è opportuna al fine di redigere con precisione gli accordi tra i coniugi al fine di evitare incomprensioni e imprecisioni  che possono sfociare in controversie giudiziali, lunghe e costose.

La separazione rappresenta una “pausa” nel matrimonio. Con la separazione infatti non si scioglie il vincolo matrimoniale (che si scioglierà invece con il divorzio) ma si apre una fase in cui i coniugi possono vivere separatamente e decidere se la loro crisi è solo passeggera o davvero irrimediabile.

 

 

  • consulenza per separazioni consensuali e giudiziali
  • modifica delle condizioni di separazione
  • assistenza legale per divorzi consensuali e giudiziali
  • accordi di convivenza
  • mediazione familiare
  • consulenza in tema di regime patrimoniale all’interno del matrimonio
  • appalti
  • diritto condominiale
  • diritto delle assicurazioni
  • diritto fallimentare
  • ricorsi
  • assistenza contrattuale
  • contrattualistica aziendale
  • diritto dei consumatori
  • diritto delle locazioni
  • diritto immobiliare
  • risarcimento danni
  • diritto civile
  • diritto del lavoro
  • diritto di famiglia
  • responsabilità civile
  • servizio recupero crediti
  • diritto penale

assegno di mantenimento che DIRITTO DI FAMIGLIA

Separazione

Divorzio

Regime patrimoniale della famiglia

AADIVSEPDIVUnione di fatto

Alimenti

Riconoscimento di paternità

  • Patto di famiglia negoziazione
  • diritto collaborativo
  • mediazione
  • accordi prematrimoniali
  • contratti di convivenza
  • diritto amministrativo
  • urbanistica territorio ambiente
  • diritto di informazione (privacy – diritto di autore – libertà di stampa)
  • accordi in caso di separazione e divorzio
  • arbitrati
  • consulenza legale per provvedimenti cautelari
  • consulenze tecnico contrattuali
  • diritto di famiglia e minorile
  • separazioni
  • accordi sull’assegno di mantenimento
  • assistenza legale
  • consulenza legale per provvedimenti d’urgenza
  • diritto bancario e immobiliare
  • esecuzioni e azioni giudiziarie
  • affido condiviso di minori
  • consulenze stragiudiziali
  • diritto delle locazioni
  • diritto matrimoniale
  • responsabilità civile
Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Avvocato separazioni Bologna, Avvocato per separazioni Bologna, Avvocato per divorzi Bologna, Avvocato civilista Bologna , Avvocato matrimonialista Bologna , Avvocato Bologna , Avvocati Bologna , malasanità risarcimento, Testamento olografo, diritto di famiglia avvocato, risarcimento incidente stradale mortale, risarcimento incidente mortale, incidente mortale risarcimento, risarcimento danni incidente mortale, incidente stradale mortale risarcimento danni, morte per incidente stradale risarcimento, risarcimento danni sinistro stradale mortale, risarcimento danni incidente, risarcimento danni sinistro mortale, incidente stradale risarcimento, risarcimento assicurazione incidente stradale mortale, risarcimenti incidenti stradali, morte incidente stradale risarcimento, risarcimento morte incidente stradale, risarcimento incidente stradale, risarcimento danni per incidente stradale mortale, risarcimento sinistri stradali, risarcimento incidente mortale tabelle, tabella risarcimento morte incidente stradale, incidenti stradali risarcimento, risarcimento per incidente stradale, risarcimenti danni incidenti stradali, indennizzo morte incidente stradale, sinistri stradali risarcimento, risarcimento sinistro stradale, risarcimento danni incidente stradale mortale, risarcimento danni sinistro, risarcimento danni fisici incidente, indennizzo incidente stradale, sinistro stradale risarcimento

Contattami subito!

Avrai una risposta in tempi brevissimi

Nome e Cognome *

Telefono *

E-mail

Oggetto

Messaggio *

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.
Leggi l'informativa sulla Privacy

Articoli Correlati

» L’accertamento del diritto all’assegno divorzile si articola in due fasi, nella prima delle quali il giudice verifica l’esistenza del diritto in astratto, in relazione all’inadeguatezza dei mezzi del coniuge richiedente, raffrontati ad un tenore di vita analogo a quello avuto in costanza di matrimonio e che sarebbe presumibilmente proseguito in caso di continuazione dello stesso o quale poteva legittimamente e ragionevolmente configurarsi sulla base di aspettative maturate nel corso del rapporto, mentre nella seconda procede alla determinazione in concreto dell’ammontare dell’assegno, che va compiuta tenendo conto delle condizioni dei coniugi, delle ragioni della decisione e del contributo personale ed economico dato da ciascuno alla conduzione familiare e alla formazione del patrimonio di ognuno e di quello comune, nonché del reddito di entrambi, valutandosi tali elementi anche in rapporto alla durata del matrimonio. Nell’ambito di questo duplice accertamento assumono rilievo, sotto il profilo dell’onere probatorio, le risorse reddituali e patrimoniali di ciascuno dei coniugi, quelle effettivamente destinate al soddisfacimento dei bisogni personali e familiari, nonché le rispettive potenzialità economiche

» AVVOCATO PENALISTA BOLOGNA ESTORSIONE Marito verso la sussistenza dell’elemento materiale del reato, cosi’ come le finalita’ della condotta contestata, proprio dall’analisi puntuale dei fatti, correttamente inquadrandoli, pero’, nell’abituale condotta di vita del (OMISSIS) e nel contesto abituale dei rapporti familiari dello stesso. Si tratta di una valutazione degli elementi di fatto posti a fondamento della decisione, che e’ riservata in via esclusiva al giudice di merito, senza che, nel difetto di illogicita’ evidenti, possa integrare il vizio di legittimita’ la mera prospettazione di una diversa, e per il ricorrente piu’ adeguata, valutazione delle risultanze processuali (Sez. U., n. 6402 del 30/4/1997, rv. 207944; Sez. 4, n. 4842 del 02/12/2003, Rv. 229369).

» ASSEGNO DIVORZIO BOLOGNA FORLI CESENA RAVENNA AVVOCATO ESPERTO Questa Corte ha già avuto modo di chiarire che in tema di diritto alla corresponsione dell’assegno di divorzio in caso di cessazione degli effetti civili del matrimonio, il parametro dell’adeguatezza dei mezzi rispetto al tenore di vita goduto durante la convivenza matrimoniale da uno dei coniugi viene meno di fronte alla instaurazione, da parte di questi, di una famiglia, ancorché di fatto, costituita da uno stabile modello di vita in comune, con la nascita di figli ed il trasferimento del nuovo nucleo in una abitazione messa a disposizione dal convivente. Da ciò consegue la cessazione del diritto all’assegno divorzile, a carico dell’altro coniuge, (Cass. 17195/11; 3923/12; 25845/13;Cass 6855/15).

» Separazione marito moglie Bologna ,casa coniugale?assegno mantenimento entrambi? Vediamo

» BOLOGNA DIVORZIO CON MOGLIE STRANIERA ALL’ESTERO COME DIVORZIARE DALLA MOGLIE STRANIERA CHE RiSIEDE ALL’ESTERO?

» CRISI DELLA FAMIGLIA BOLOGNA SEPARAZIONE BOLOGNA DIVORZIO BOLOGNA DIVORZIO BREVE BOLOGNA Art. 143. Diritti e doveri reciproci dei coniugi. Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri. Dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell’interesse della famiglia e alla coabitazione. Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia. La moglie aggiunge al proprio cognome quello del marito e lo conserva durante lo stato vedovile, fino a che passi a nuove nozze.

» separazione per tradimento chat Bologna Provincia separazione per tradimento moglie Bologna Provincia separazione per tradimento coniugale Bologna Provincia separazione per tradimento prove Bologna Provincia

» DIVORZIO BOLOGNA RAVENNA FORLI CESENA FAENZA RIMINI AVVOCATO DIVORZIO CHIAMA SUBITO COSA ASPETTI? Corte Costituzionale Sentenza 9 – 11 febbraio 2015, n. 11 Presidente Criscuolo – Redattore Morelli Sentenza

» SPOSARSI E’ FACILE E’ SEPARARSI E DIVORZIARE CHE E’ DIFFICILE AVVOCATO MATRIMONIALISTA DIVORZISTA BOLOGNA SERGIO ARMAROLI

» AVVOCATO BOLOGNA CENTRO DIVORZISTA BOLOGNA CENTRO AVVOCATO MATRIMONIALISTA BOLOGNA VIOLAZIONE OBBLIGHI ASSISTENZA FAMIGLIARE Diritto di famiglia

avvocato a bologna

Articoli Recenti

» L’accertamento del diritto all’assegno divorzile si articola in due fasi, nella prima delle quali il giudice verifica l’esistenza del diritto in astratto, in relazione all’inadeguatezza dei mezzi del coniuge richiedente, raffrontati ad un tenore di vita analogo a quello avuto in costanza di matrimonio e che sarebbe presumibilmente proseguito in caso di continuazione dello stesso o quale poteva legittimamente e ragionevolmente configurarsi sulla base di aspettative maturate nel corso del rapporto, mentre nella seconda procede alla determinazione in concreto dell’ammontare dell’assegno, che va compiuta tenendo conto delle condizioni dei coniugi, delle ragioni della decisione e del contributo personale ed economico dato da ciascuno alla conduzione familiare e alla formazione del patrimonio di ognuno e di quello comune, nonché del reddito di entrambi, valutandosi tali elementi anche in rapporto alla durata del matrimonio. Nell’ambito di questo duplice accertamento assumono rilievo, sotto il profilo dell’onere probatorio, le risorse reddituali e patrimoniali di ciascuno dei coniugi, quelle effettivamente destinate al soddisfacimento dei bisogni personali e familiari, nonché le rispettive potenzialità economiche

» AVVOCATO PENALISTA BOLOGNA ESTORSIONE Marito verso la sussistenza dell’elemento materiale del reato, cosi’ come le finalita’ della condotta contestata, proprio dall’analisi puntuale dei fatti, correttamente inquadrandoli, pero’, nell’abituale condotta di vita del (OMISSIS) e nel contesto abituale dei rapporti familiari dello stesso. Si tratta di una valutazione degli elementi di fatto posti a fondamento della decisione, che e’ riservata in via esclusiva al giudice di merito, senza che, nel difetto di illogicita’ evidenti, possa integrare il vizio di legittimita’ la mera prospettazione di una diversa, e per il ricorrente piu’ adeguata, valutazione delle risultanze processuali (Sez. U., n. 6402 del 30/4/1997, rv. 207944; Sez. 4, n. 4842 del 02/12/2003, Rv. 229369).

» ASSEGNO DIVORZIO BOLOGNA FORLI CESENA RAVENNA AVVOCATO ESPERTO Questa Corte ha già avuto modo di chiarire che in tema di diritto alla corresponsione dell’assegno di divorzio in caso di cessazione degli effetti civili del matrimonio, il parametro dell’adeguatezza dei mezzi rispetto al tenore di vita goduto durante la convivenza matrimoniale da uno dei coniugi viene meno di fronte alla instaurazione, da parte di questi, di una famiglia, ancorché di fatto, costituita da uno stabile modello di vita in comune, con la nascita di figli ed il trasferimento del nuovo nucleo in una abitazione messa a disposizione dal convivente. Da ciò consegue la cessazione del diritto all’assegno divorzile, a carico dell’altro coniuge, (Cass. 17195/11; 3923/12; 25845/13;Cass 6855/15).

» PEDONE INVESTIMENTO RESPONSABILITA’ AVVOCATO BOLOGNA RAVENNA FORLI CESENA LUGO

» CURATORE FALLIMENTO POTERI AVVOCATO CIVILISTA BOLOGNA RAVENNA FORLI CESENA RIMINI

» AVVOCATO PER EREDITA’ BOLOGNA RAVENNA FORLI CESENA IMOLA Il testamento – olografo o pubblico che sia – non deve necessariamente contenere, a pena di nullita’, le indicazioni catastali e di configurazione degli immobili cui si riferisce, essendo invece sufficiente, per la validita’ dell’atto, che questi siano comunque identificabili senza possibilita’ di confusioni, salva la necessita, la quale peraltro non attiene ad un requisito di regolarita’ e validita’ del testamento, che gli eredi, in sede di denuncia di successione e di trascrizione del testamento medesimo, provvedano essi ad indicare specificamente gli immobili predetti, menzionandone dati catastali, confinazioni ecc..

» AVVOCATO ESPERTO DIVISIONE EREDITARIA BOLOGNA FORLI CESENA RAVENNA Nell’ipotesi di divisione ereditaria, va escluso che l’assegnazione dei beni oggetto della divisione sia subordinata al previo pagamento del conguaglio in denaro

» LUGO FAENZA RAVENNA MALASANITA’,AVVOCATO PER MALASANITA’ E DANNO DA COLPA MEDICA danno responsabilità medica danno responsabilità medica prescrizione danno da responsabilità medica risarcimento danno responsabilità medica danno biologico responsabilità medica danno differenziale responsabilità medica calcolo danno responsabilità medica danno da responsabilità medica prescrizione danno patrimoniale responsabilità medica danno esistenziale responsabilità medica danno biologico responsabilità medica tabelle responsabilità medica calcolo danno biologico danno biologico da responsabilità medica responsabilità medica e danno biologico danno biologico per responsabilità medica responsabilità medica contrattuale e danno biologico atto di citazione risarcimento danno biologico responsabilità medica quantificazione danno biologico responsabilità medica liquidazione danno biologico responsabilità RISARCIMENTO MALASANITA’

» FAMIGLIA DI FATTO CONVIVENZE BOLOGNA SOMME VERSATE AL COMPAGNO VANNO RESTITUITE? AVVOCATO FAMIGLIARISTA BOLOGNA ad essere esenti dall’obbligo di restituzione sono, secondo la giurisprudenza, solo i versamenti effettuati per far fronte alle esigenze di vita quotidiana, indipendentemente dalle modalità di versamento (una tantum, mensili, ecc.) (Cass. n. 1277/2014).

» BOLOGNA RAVENNA FORLI CESENA IMOLA successionedei legittimari e successione legittima successione necessariaquote successionetestamentaria quote eredità fratello deceduto senza figli chi sono gli ascendenti eredità legittima in presenza di testamento successionelegittima nipoti figli di fratelli successione obbligatoria

Contattami subito!

Avrai una risposta in tempi brevissimi

Nome e Cognome *

Telefono *

E-mail

Oggetto

Messaggio *

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.
Leggi l'informativa sulla Privacy

PUOI CONTATTARMI ANCHE VIA MAIL: avvsergioarmaroli@gmail.com
Avvocato Sergio Armaroli - Studio Legale Bologna