Il mio obiettivo? La tua soddisfazione!
CHIAMA SUBITO!!!

BOLOGNA AVVOCATO MATRIMONIALISTA AFFIDAMENTO ESCLUSIVO, AFFIDAMENTO CONDIVISO , AFFIDO FIGLI AFFIDAMENTO FIGLI NELLA SEPARAZIONE L’affidamento esclusivo è in capo ad uno dei genitori ed implica l’esercizio della potestà in via esclusiva sui figli da parte del genitore affidatario, sempre restando la titolarità della potestà in capo ad entrambi i genitori; le decisioni più importanti sono comunque prese di comune accordo tra i genitori e viene regolamentato il diritto di visita del genitore non affidatario così come i periodi di vacanza da trascorrere con i figli. I tempi e le modalità di visita vengono solitamente decisi di comune accordo tra i genitori nell’interesse dei figli. L’affidamento congiunto comporta l’esercizio della potestà ad entrambi i genitori e quindi presuppone la massima collaborazione ed armonia tra i coniugi stessi, implicando condizioni, modi di visita e tempi con cui stare con i figli ispirati alla massima libertà sia di giorni che di orari.

BOLOGNA AVVOCATO MATRIMONIALISTA AFFIDAMENTO ESCLUSIVO, AFFIDAMENTO CONDIVISO , AFFIDO FIGLI AFFIDAMENTO FIGLI NELLA SEPARAZIONE

VUOI UN APPUNTAMENTO? TELEFONA!!

#IMPUGNAZIONE TESTAMENTO#IMPUGNAZIONE SUCCESSIONE#IMPUGNAZIONE EREDITA’ #PROCESSO TESTAMENTO Avvocato testamento Bologna –avvocato eredità Bologna penalista e ricorsi per Cassazione : difesa penale nel processo penale. Non garantisco mai il risultato perché' non sarebbe corretto, garantisco il mio impegno professionale. Avvocato penalista a Bologna, avvocato penale a Bologna PENALISTA BOLOGNA SERGIO ARMAROLI

#IMPUGNAZIONE TESTAMENTO#IMPUGNAZIONE SUCCESSIONE#IMPUGNAZIONE EREDITA’ #PROCESSO TESTAMENTO Avvocato testamento Bologna –avvocato eredità Bologna SERGIO ARMAROLI

L’affidamento esclusivo è in capo ad uno dei genitori ed implica l’esercizio della potestà in via esclusiva sui figli da parte del genitore affidatario, sempre restando la titolarità della potestà in capo ad entrambi i genitori; le decisioni più importanti sono comunque prese di comune accordo tra i genitori e viene regolamentato il diritto di visita del genitore non affidatario così come i periodi di vacanza da trascorrere con i figli. I tempi e le modalità di visita vengono solitamente decisi di comune accordo tra i genitori nell’interesse dei figli.
L’affidamento congiunto comporta l’esercizio della potestà ad entrambi i genitori e quindi presuppone la massima collaborazione ed armonia tra i coniugi stessi, implicando condizioni, modi di visita e tempi con cui stare con i figli ispirati alla massima libertà sia di giorni che di orari.
Il giudice, di norma, opta per l’affidamento esclusivo nel caso in cui sussistano principalmente due condizioni:
1) l’affidamento condiviso risulterebbe, da un punto di vista oggettivo, pregiudizievole per il minore;
2) un genitore dimostra di essere palesemente inidoneo o incapace ad assumersi il compito di cura nei confronti dello stesso minore.
Va precisato che questo secondo contesto si manifesta quando sussiste una grave inidoneità educativa da parte del genitore, o di una sua condotta di vita pericolosa o ancora qualora vi sia l’aperto rifiuto da parte del minore di mantenere rapporti con il genitore in questione.
n buona sostanza l’affidamento esclusivo di un figlio può essere chiesto solo in casi particolari di violenza nei confronti dei figli o del coniuge o nel caso vi siano forti carenze di un genitore sul piano affettivo.
In merito a ciò, risale a pochi giorni fa una sentenza della Cassazione, la n.26122 del 21 novembre 2013 che ha disposto l’affidamento esclusivo delle figlie minori al padre, con collocamento delle bambine all’estero presso la nonna, perché la madre aveva dato prova di una certa instabilità affettiva.
 achiama subitoACLIPRIMOachiama subitoAAFFIDOFIGLIA1A1ASEPLIT
 
avvocato separazioni Bologna
avvocato per separazione Bologna,avvocato per divorzio Bologna
TRIBUNALE DI MILANO
SEZIONE IX CIVILE
Ordinanza 20 marzo 2014
Osserva
[1]. In via preliminare, deve rilevarsi che, successivamente all’ordine di rinnovazione, le notifiche verso il convenuto si sono perfezionate regolarmente ai sensi del regolamento europeo 1393/2007. E’ versato in atti il riscontro dell’Ufficio inglese da cui risulta che la notifica si è perfezionata mediante inserimento del plico postale nella cassetta delle lettere del destinatario, secondo l’art. 6.3. del c.p.c. di Inghilterra e Wales.
[2]. Nel merito, non è stato possibile attivare un tentativo di conciliazione per l’assenza del marito dal processo. Rispetto a questi, i documenti in atti (tra cui le denunce ai Carabinieri, del 10 marzo 2013 e lo scambio di conversazioni via chat tra le parti) mettono per ora in luce un profilo del padre inidoneo all’esercizio della responsbailità genitoriale: in primo luogo, si tratta di persona del tutto assente dalla via del figlio, …., nato il … 2013 e che ha lasciato alla madre il carico integrale dei costi di mantenimento ordinario e straordinario; inoltre, si tratta di persona che, nel conflitto con la moglie, risulta avere utilizzato il figlio come «argomento di scambio», minacciando la madre di una sottrazione dove questa non avesse aderito alle richieste del marito. Su questo sfondo, si proiettano le allegazioni della moglie la quale avrebbe anche subito violenze fisiche da parte del congiunto. In questo contesto, è allo stato evidente la necessità di un affidamento monogenitoriale ex art. 337-quater c.c. La lontananza del padre (che vive a Londra), la difficoltà nel comunicare con questi (che, di fatto, si rende irreperibile) e l’atteggiamento tenuto con riguardo a moglie e figlio, suggerisce un affido con competenze genitoriali concentrate in capo alla madre (quello che, a titolo meramente descrittivo, può essere definito come cd. affido supereslcusivo). Si tratta di un modulo di esercizio della responsabilità genitoriale che trova oggi riscontro nell’art. 337-quater comma III c.c. Nel modulo di affidamento monogenitoriale, il genitore cui sono affidati i figli in via esclusiva ha l’esercizio esclusivo della responsabilità genitoriale su di essi; ciò nonotante, «le decisioni di maggiore interesse per i figli sono adottate da entrambi i genitori». L’esercizio concertato della responsabilità genitoriale, in ordine alle scelte più importanti (salute, educazione, istruzione, residenza abituale) può però trovare deroga giudiziale (“salvo che non sia diversamente stabilito”). Si tratta, in questi casi, si rimettere al genitore affidatario anche l’esercizio in via esclusiva della responsabilità genitoriale con riguardo alle questioni fondamentali. Questa concentrazione di genitorialità in capo a uno solo dei genitori non rappresenta, ovviamente, un provvedimento che incide sulla titolarità della responsabilità genitoriale, modificandone solo l’esercizio. Il genitore cui i figli non sono affidati ha, peraltro, sempre il diritto ed il dovere di vigilare sulla loro istruzione ed educazione e può ricorrere al giudice quando ritenga che siano state assunte decisioni pregiudizievoli al loro interesse (art. 337-quater ultimo comma c.c.). Nel caso di specie, l’affido (super)esclusivo alla madre è tanto opportuno quanto necessario per evitare che, anche per questioni fondamentali, la macchina di rappresentanza degli interessi del minore (in una età così tenera: appena 1 anno) sia inibita nel funzionamento, a causa del completo e grave disinteresse del padre per la propria famiglia. Allo stato, inoltre, non può essere data una regolamentazione del diritto di visita dettagliata, poiché l’assenza del padre impedisce di accertare che, come ritenuto dalla madre, la sua persona non sia pericolosa per il minore.
[3]. In ordine ai rapporti economici, va rilevato che il padre del minore risulta avere sua dimora (il luogo dove vive in Londra, anche se non riceve la posta ed ostacola i contatti). E’ anche persona di giovanissima età poiché compirà 23 anni a brevissimo (… 1991). Ne consegue che, valorizzando le potenzialità economiche del padre, deve essere allo stato fissato un obbligo contributivo di euro 250,00 mensili (come richiesti dalla madre). La somma è da intendersi onnicomprensiva con eslcusione delle spese mediche non coperte dal SSN.
Il Tribunale
letto ed applicato l’art. 708 c.p.c.
Autorizza i coniugi a vivere separatamente, con facoltà di interrompere la coabitazione, ma pur sempre con l’obbligo del reciproco rispetto. Ricorda ai coniugi che, anche in caso di separazione personale dei genitori, la prole ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi, di ricevere cura, educazione e istruzione da entrambi e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale.
Affida il figlio minore … (nato il … 2013) in modo esclusivo alla madre. … avrà residenza abituale con la madre, in … alla via .. e collocamento prevalente con la stessa. Le decisioni di maggiore interesse per la prole relative all’istruzione, all’educazione, alla salute e alla scelta della residenza abituale del minore potranno essere dalla madre in via esclusiva, tenendo conto delle capacità, dell’inclinazione naturale e delle aspirazioni dei figli.
Dispone che .. provveda al mantenimento del figlio in via indiretta, mediante versamento alla madre, dell’importo di euro 250,00 mensili, da versarsi in via anticipata entro il giorno 5 di ogni mese. La somma è soggetta a rivalutazione monetaria secondo gli indici Istat (Foi).
Dispone che … provveda al pagamento del 50% delle spese mediche non coperte dal SNN sostenute nell’interesse della prole.
Dispone che il padre possa vedere il figlio solo su accordi con la madre. E’ dato ricorso al giudice, per una regolamentazione giudiziale di dettaglio.
Nomina giudice istruttore, il dott. Giuseppe Buffone
e Fissa udienza di comparizione e trattazione davanti a questi in data 14 ottobre 2014, ore. …
L’udienza si terrà presso il Tribunale di Milano, sezione IX civile, piano …, stanza n. ….
Assegna al ricorrente termine sino al 30 maggio 2014 per il deposito in cancelleria di memoria integrativa, che deve avere il contenuto di cui all’art. 163, comma III, n.  2), 3), 4), 5), 6)
Assegna al convenuto termine sino al 30 settembre 2014 per la costituzione in giudizio ai sensi degli articoli 166 e 167, primo e secondo comma, nonché per la proposizione delle eccezioni processuali e di merito che non siano rilevabili d’ufficio, con l’avvertimento che la costituzione oltre il suddetto termine implica le decadenze di cui agli artt. 38 e 167 c.p.c. e che oltre il termine stesso non potranno più essere proposte le eccezioni processuali e di merito non rilevabili d’ufficio.
Assegna al ricorrente termine sino al 30 giugno 2014 per la notificazione dell’odierna ordinanza al convenuto
Visti gli artt. 175 c.p.c., 111 Cost.
Invita le parti a rispettare il principio di sobrietà e sinteticità degli atti, in quanto «la particolare ampiezza degli atti certamente non pone un problema formale di violazione di prescrizioni formali ma non giova alla chiarezza degli atti stessi e concorre ad allontanare l’obiettivo di un processo celere che esige da parte di tutti atti sintetici, redatti con stile asciutto e sobrio» (Cass. Civ., sez. II, sentenza 4 luglio 2012, n. 11199, Pres. Rovelli, Rel. Giusti; Trib. Milano, sez. IX, 1 ottobre 2013).
Manda alla cancelleria per quanto di competenza e la comunicazione del provvedimento
Milano, lì  20/03/2014
Il Presidente f.f.
dott. Giuseppe Buffon    AFFIDO FIGLI AFFIDAMENTO FIGLI NELLA SEPARAZIONE

pratiche di separazione e divorzio assistenza legale casalfiumanese

pratiche di separazione e divorzio assistenza legale porretta terme

pratiche di separazione e divorzio assistenza legale crespellano

pratiche di separazione e divorzio assistenza legale baricella

pratiche di separazione e divorzio assistenza legale pianoro

pratiche di separazione e divorzio assistenza legale zola predosa

pratiche di separazione e divorzio assistenza legale molinella

pratiche di separazione e divorzio assistenza legale sala bolognese

pratiche di separazione e divorzio assistenza legale medicina

pratiche di separazione e divorzio assistenza legale castel guelfo di bologna

pratiche di separazione e divorzio assistenza legale assistenza legale budrio

pratiche di separazione e divorzio assistenza legale castiglione dei pepoli

pratiche di separazione e divorzio san benedetto val di sambro

pratiche di separazione e divorzio crevalcore

cause civili san pietro in casale,san giorgio di piano, cento,

cause penali san pietro in casale, san giorgio di piano, cento,

cause legali san pietro in casale

pratiche di successione san pietro in casale, san giorgio di piano, cento,

Separazione – Affidamento congiunto figlio minore – Residenza presso la madre – Irreversibile lacerazione dell’affectio coniugalis – Modifica delle condizioni di frequentazione della figlia – Allontanamento dalla residenza familiare in attesa della separazione – Causa di addebito – Esclusione – Rigetto del ricorso

IVA – Agevolazione “prima casa” – Atto di acquisto di usufrutto vitalizio di un immobile – Coniugi in regime di comunione legale – Omesso trasferimento della residenza dell’acquirente nel comune ove il bene si trova – Immobile acquistato adibito a residenza di famiglia – Beneficio fiscale de quo non escluso

Rapporto di filiazione – Accertamento – Consulenza tecnica – Attività meramente valutative – Coordinamento degli elementi di giudizio – Operazioni tecniche – Limiti

Comunione legale dei beni – Azione revocatoria – Vendita o acquisto di un bene da parte di un solo coniuge – Litisconsorzio necessario – Efficacia e validità del contratto – Diritto dominicale

Diritti della persona – Nome – Art. 262 c.c. – Aggiunta del patronimico al cognome materno – Istanza di cancellazione – Presupposti – Concreto pregiudizio arrecabile al minor

Separazione personale dei coniugi – Addebito – Accertamento – Prova testimoniale – Valutazione – Testimonianze de relato ex parte actoris – Valido elemento di prova – Configurabilità – Condizioni

Coniugi – Conto cointestato – Prelievo di somme da parte del coniuge non alimentante il conto – Azioni giudiziarie – Qualificazione ad opera del Giudice – Scioglimento della comunione – Impugnazione – Azione di arricchimento senza causa – Esperibilità – Esclusione

lo studio dell’avvocato sergio armaroli tratta diritto di famiglia, come: divorzi (divorzio giudiziale e divorzio congiunto), riconoscimento del matrimonio o divorzio realizzato all’estero, riconoscimento della separazione e del divorzio estero in italia, affidamento condiviso e congiunto, scioglimento del matrimonio e cessazione degli effetti civili, convenzioni matrimoniali, disconoscimento di paternità, filiazione, mantenimento del coniuge, mantenimento dei minori, assegno divorzile, addebito della separazione, risarcimento dei danni, adozioni, tutela dei minori, matrimonio misto, accordi di convivenza, diritto penale della famiglia, impresa familiare, violenze intrafamiliari, interdizione, inabilitazione, decadenza potestà genitori, sospensione potestà genitori, diritti degli ascendenti, dichiarazione giudiziale di paternità, strumenti a tutela del corretto adempimento delle obbligazioni alimentari, consulenza legale relativa a separazioni, divorzi, mediazione familiare, affidamento dei figli, accordi di convivenza, adozioni, variazioni alle condizioni di separazione e mediazione familiare, assistenza legale – assegno di mantenimento – assegno divorzile – diritto di famiglia – affidamento condiviso – separazione giudiziale

avvocati – studi separazione-consensuale a bologna
avvocati – studi separazione-consensuale a ozzano dell’emilia
avvocati – studi separazione-consensuale a castenaso
avvocati – studi separazione-consensuale a granarolo dell’emilia
avvocati – studi separazione-consensuale a casalecchio di reno
avvocati – studi separazione-consensuale a pianoro
avvocati – studi separazione-consensuale a castel maggiore
avvocati – studi separazione-consensuale a budrio
avvocati – studi separazione-consensuale in emilia romagna
avvocati – studi separazione-consensuale in italia 

Tag:
Avvocato separazioni Bologna, Avvocato per separazioni Bologna, Avvocato per divorzi Bologna, Avvocato civilista Bologna , Avvocato matrimonialista Bologna , Avvocato Bologna , Avvocati Bologna , malasanità risarcimento, Testamento olografo, diritto di famiglia avvocato, risarcimento incidente stradale mortale, risarcimento incidente mortale, incidente mortale risarcimento, risarcimento danni incidente mortale, incidente stradale mortale risarcimento danni, morte per incidente stradale risarcimento, risarcimento danni sinistro stradale mortale, risarcimento danni incidente, risarcimento danni sinistro mortale, incidente stradale risarcimento, risarcimento assicurazione incidente stradale mortale, risarcimenti incidenti stradali, morte incidente stradale risarcimento, risarcimento morte incidente stradale, risarcimento incidente stradale, risarcimento danni per incidente stradale mortale, risarcimento sinistri stradali, risarcimento incidente mortale tabelle, tabella risarcimento morte incidente stradale, incidenti stradali risarcimento, risarcimento per incidente stradale, risarcimenti danni incidenti stradali, indennizzo morte incidente stradale, sinistri stradali risarcimento, risarcimento sinistro stradale, risarcimento danni incidente stradale mortale, risarcimento danni sinistro, risarcimento danni fisici incidente, indennizzo incidente stradale, sinistro stradale
pratiche di separazione e divorzio,assistenza legale bologna
pratiche di separazione e divorzio assistenza legale casalfiumanese
pratiche di separazione e divorzio assistenza legale porretta terme
pratiche di separazione e divorzio assistenza legale crespellano
pratiche di separazione e divorzio assistenza legale baricella
pratiche di separazione e divorzio assistenza legale pianoro
pratiche di separazione e divorzio assistenza legale zola predosa
pratiche di separazione e divorzio assistenza legale molinella
pratiche di separazione e divorzio assistenza legale sala bolognese
pratiche di separazione e divorzio assistenza legale medicina
pratiche di separazione e divorzio assistenza legale castel guelfo di bologna
pratiche di separazione e divorzio assistenza legale assistenza legale budrio
pratiche di separazione e divorzio assistenza legale castiglione dei pepoli
pratiche di separazione e divorzio san benedetto val di sambro
pratiche di separazione e divorzio crevalcore
cause civili san pietro in casale,san giorgio di piano, cento,
cause penali san pietro in casale, san giorgio di piano, cento,
cause legali san pietro in casale
pratiche di successione san pietro in casale, san giorgio di piano, cento,
lo studio dell’avvocato sergio armaroli tratta diritto di famiglia, come: divorzi (divorzio giudiziale e divorzio congiunto), riconoscimento del matrimonio o divorzio realizzato all’estero, riconoscimento della separazione e del divorzio estero in italia, affidamento condiviso e congiunto, scioglimento del matrimonio e cessazione degli effetti civili, convenzioni matrimoniali, disconoscimento di paternità, filiazione, mantenimento del coniuge, mantenimento dei minori, assegno divorzile, addebito della separazione, risarcimento dei danni, adozioni, tutela dei minori, matrimonio misto, accordi di convivenza, diritto penale della famiglia, impresa familiare, violenze intrafamiliari, interdizione, inabilitazione, decadenza potestà genitori, sospensione potestà genitori, diritti degli ascendenti, dichiarazione giudiziale di paternità, strumenti a tutela del corretto adempimento delle obbligazioni alimentari, consulenza legale relativa a separazioni, divorzi, mediazione familiare, affidamento dei figli, accordi di convivenza, adozioni, variazioni alle condizioni di separazione e mediazione familiare, assistenza legale – assegno di mantenimento – assegno divorzile – diritto di famiglia – affidamento condiviso – separazione giudiziale
Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Avvocato separazioni Bologna, Avvocato per separazioni Bologna, Avvocato per divorzi Bologna, Avvocato civilista Bologna , Avvocato matrimonialista Bologna , Avvocato Bologna , Avvocati Bologna , malasanità risarcimento, Testamento olografo, diritto di famiglia avvocato, risarcimento incidente stradale mortale, risarcimento incidente mortale, incidente mortale risarcimento, risarcimento danni incidente mortale, incidente stradale mortale risarcimento danni, morte per incidente stradale risarcimento, risarcimento danni sinistro stradale mortale, risarcimento danni incidente, risarcimento danni sinistro mortale, incidente stradale risarcimento, risarcimento assicurazione incidente stradale mortale, risarcimenti incidenti stradali, morte incidente stradale risarcimento, risarcimento morte incidente stradale, risarcimento incidente stradale, risarcimento danni per incidente stradale mortale, risarcimento sinistri stradali, risarcimento incidente mortale tabelle, tabella risarcimento morte incidente stradale, incidenti stradali risarcimento, risarcimento per incidente stradale, risarcimenti danni incidenti stradali, indennizzo morte incidente stradale, sinistri stradali risarcimento, risarcimento sinistro stradale, risarcimento danni incidente stradale mortale, risarcimento danni sinistro, risarcimento danni fisici incidente, indennizzo incidente stradale, sinistro stradale risarcimento

Contattami subito!

Avrai una risposta in tempi brevissimi

Nome e Cognome *

Telefono *

E-mail

Oggetto

Messaggio *

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.
Leggi l'informativa sulla Privacy

Articoli Correlati

» L’accertamento del diritto all’assegno divorzile si articola in due fasi, nella prima delle quali il giudice verifica l’esistenza del diritto in astratto, in relazione all’inadeguatezza dei mezzi del coniuge richiedente, raffrontati ad un tenore di vita analogo a quello avuto in costanza di matrimonio e che sarebbe presumibilmente proseguito in caso di continuazione dello stesso o quale poteva legittimamente e ragionevolmente configurarsi sulla base di aspettative maturate nel corso del rapporto, mentre nella seconda procede alla determinazione in concreto dell’ammontare dell’assegno, che va compiuta tenendo conto delle condizioni dei coniugi, delle ragioni della decisione e del contributo personale ed economico dato da ciascuno alla conduzione familiare e alla formazione del patrimonio di ognuno e di quello comune, nonché del reddito di entrambi, valutandosi tali elementi anche in rapporto alla durata del matrimonio. Nell’ambito di questo duplice accertamento assumono rilievo, sotto il profilo dell’onere probatorio, le risorse reddituali e patrimoniali di ciascuno dei coniugi, quelle effettivamente destinate al soddisfacimento dei bisogni personali e familiari, nonché le rispettive potenzialità economiche

» AVVOCATO PENALISTA BOLOGNA ESTORSIONE Marito verso la sussistenza dell’elemento materiale del reato, cosi’ come le finalita’ della condotta contestata, proprio dall’analisi puntuale dei fatti, correttamente inquadrandoli, pero’, nell’abituale condotta di vita del (OMISSIS) e nel contesto abituale dei rapporti familiari dello stesso. Si tratta di una valutazione degli elementi di fatto posti a fondamento della decisione, che e’ riservata in via esclusiva al giudice di merito, senza che, nel difetto di illogicita’ evidenti, possa integrare il vizio di legittimita’ la mera prospettazione di una diversa, e per il ricorrente piu’ adeguata, valutazione delle risultanze processuali (Sez. U., n. 6402 del 30/4/1997, rv. 207944; Sez. 4, n. 4842 del 02/12/2003, Rv. 229369).

» ASSEGNO DIVORZIO BOLOGNA FORLI CESENA RAVENNA AVVOCATO ESPERTO Questa Corte ha già avuto modo di chiarire che in tema di diritto alla corresponsione dell’assegno di divorzio in caso di cessazione degli effetti civili del matrimonio, il parametro dell’adeguatezza dei mezzi rispetto al tenore di vita goduto durante la convivenza matrimoniale da uno dei coniugi viene meno di fronte alla instaurazione, da parte di questi, di una famiglia, ancorché di fatto, costituita da uno stabile modello di vita in comune, con la nascita di figli ed il trasferimento del nuovo nucleo in una abitazione messa a disposizione dal convivente. Da ciò consegue la cessazione del diritto all’assegno divorzile, a carico dell’altro coniuge, (Cass. 17195/11; 3923/12; 25845/13;Cass 6855/15).

» Separazione marito moglie Bologna ,casa coniugale?assegno mantenimento entrambi? Vediamo

» BOLOGNA DIVORZIO CON MOGLIE STRANIERA ALL’ESTERO COME DIVORZIARE DALLA MOGLIE STRANIERA CHE RiSIEDE ALL’ESTERO?

» CRISI DELLA FAMIGLIA BOLOGNA SEPARAZIONE BOLOGNA DIVORZIO BOLOGNA DIVORZIO BREVE BOLOGNA Art. 143. Diritti e doveri reciproci dei coniugi. Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri. Dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell’interesse della famiglia e alla coabitazione. Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia. La moglie aggiunge al proprio cognome quello del marito e lo conserva durante lo stato vedovile, fino a che passi a nuove nozze.

» separazione per tradimento chat Bologna Provincia separazione per tradimento moglie Bologna Provincia separazione per tradimento coniugale Bologna Provincia separazione per tradimento prove Bologna Provincia

» DIVORZIO BOLOGNA RAVENNA FORLI CESENA FAENZA RIMINI AVVOCATO DIVORZIO CHIAMA SUBITO COSA ASPETTI? Corte Costituzionale Sentenza 9 – 11 febbraio 2015, n. 11 Presidente Criscuolo – Redattore Morelli Sentenza

» SPOSARSI E’ FACILE E’ SEPARARSI E DIVORZIARE CHE E’ DIFFICILE AVVOCATO MATRIMONIALISTA DIVORZISTA BOLOGNA SERGIO ARMAROLI

» AVVOCATO BOLOGNA CENTRO DIVORZISTA BOLOGNA CENTRO AVVOCATO MATRIMONIALISTA BOLOGNA VIOLAZIONE OBBLIGHI ASSISTENZA FAMIGLIARE Diritto di famiglia

avvocato a bologna

Articoli Recenti

» L’accertamento del diritto all’assegno divorzile si articola in due fasi, nella prima delle quali il giudice verifica l’esistenza del diritto in astratto, in relazione all’inadeguatezza dei mezzi del coniuge richiedente, raffrontati ad un tenore di vita analogo a quello avuto in costanza di matrimonio e che sarebbe presumibilmente proseguito in caso di continuazione dello stesso o quale poteva legittimamente e ragionevolmente configurarsi sulla base di aspettative maturate nel corso del rapporto, mentre nella seconda procede alla determinazione in concreto dell’ammontare dell’assegno, che va compiuta tenendo conto delle condizioni dei coniugi, delle ragioni della decisione e del contributo personale ed economico dato da ciascuno alla conduzione familiare e alla formazione del patrimonio di ognuno e di quello comune, nonché del reddito di entrambi, valutandosi tali elementi anche in rapporto alla durata del matrimonio. Nell’ambito di questo duplice accertamento assumono rilievo, sotto il profilo dell’onere probatorio, le risorse reddituali e patrimoniali di ciascuno dei coniugi, quelle effettivamente destinate al soddisfacimento dei bisogni personali e familiari, nonché le rispettive potenzialità economiche

» AVVOCATO PENALISTA BOLOGNA ESTORSIONE Marito verso la sussistenza dell’elemento materiale del reato, cosi’ come le finalita’ della condotta contestata, proprio dall’analisi puntuale dei fatti, correttamente inquadrandoli, pero’, nell’abituale condotta di vita del (OMISSIS) e nel contesto abituale dei rapporti familiari dello stesso. Si tratta di una valutazione degli elementi di fatto posti a fondamento della decisione, che e’ riservata in via esclusiva al giudice di merito, senza che, nel difetto di illogicita’ evidenti, possa integrare il vizio di legittimita’ la mera prospettazione di una diversa, e per il ricorrente piu’ adeguata, valutazione delle risultanze processuali (Sez. U., n. 6402 del 30/4/1997, rv. 207944; Sez. 4, n. 4842 del 02/12/2003, Rv. 229369).

» ASSEGNO DIVORZIO BOLOGNA FORLI CESENA RAVENNA AVVOCATO ESPERTO Questa Corte ha già avuto modo di chiarire che in tema di diritto alla corresponsione dell’assegno di divorzio in caso di cessazione degli effetti civili del matrimonio, il parametro dell’adeguatezza dei mezzi rispetto al tenore di vita goduto durante la convivenza matrimoniale da uno dei coniugi viene meno di fronte alla instaurazione, da parte di questi, di una famiglia, ancorché di fatto, costituita da uno stabile modello di vita in comune, con la nascita di figli ed il trasferimento del nuovo nucleo in una abitazione messa a disposizione dal convivente. Da ciò consegue la cessazione del diritto all’assegno divorzile, a carico dell’altro coniuge, (Cass. 17195/11; 3923/12; 25845/13;Cass 6855/15).

» PEDONE INVESTIMENTO RESPONSABILITA’ AVVOCATO BOLOGNA RAVENNA FORLI CESENA LUGO

» CURATORE FALLIMENTO POTERI AVVOCATO CIVILISTA BOLOGNA RAVENNA FORLI CESENA RIMINI

» AVVOCATO PER EREDITA’ BOLOGNA RAVENNA FORLI CESENA IMOLA Il testamento – olografo o pubblico che sia – non deve necessariamente contenere, a pena di nullita’, le indicazioni catastali e di configurazione degli immobili cui si riferisce, essendo invece sufficiente, per la validita’ dell’atto, che questi siano comunque identificabili senza possibilita’ di confusioni, salva la necessita, la quale peraltro non attiene ad un requisito di regolarita’ e validita’ del testamento, che gli eredi, in sede di denuncia di successione e di trascrizione del testamento medesimo, provvedano essi ad indicare specificamente gli immobili predetti, menzionandone dati catastali, confinazioni ecc..

» AVVOCATO ESPERTO DIVISIONE EREDITARIA BOLOGNA FORLI CESENA RAVENNA Nell’ipotesi di divisione ereditaria, va escluso che l’assegnazione dei beni oggetto della divisione sia subordinata al previo pagamento del conguaglio in denaro

» LUGO FAENZA RAVENNA MALASANITA’,AVVOCATO PER MALASANITA’ E DANNO DA COLPA MEDICA danno responsabilità medica danno responsabilità medica prescrizione danno da responsabilità medica risarcimento danno responsabilità medica danno biologico responsabilità medica danno differenziale responsabilità medica calcolo danno responsabilità medica danno da responsabilità medica prescrizione danno patrimoniale responsabilità medica danno esistenziale responsabilità medica danno biologico responsabilità medica tabelle responsabilità medica calcolo danno biologico danno biologico da responsabilità medica responsabilità medica e danno biologico danno biologico per responsabilità medica responsabilità medica contrattuale e danno biologico atto di citazione risarcimento danno biologico responsabilità medica quantificazione danno biologico responsabilità medica liquidazione danno biologico responsabilità RISARCIMENTO MALASANITA’

» FAMIGLIA DI FATTO CONVIVENZE BOLOGNA SOMME VERSATE AL COMPAGNO VANNO RESTITUITE? AVVOCATO FAMIGLIARISTA BOLOGNA ad essere esenti dall’obbligo di restituzione sono, secondo la giurisprudenza, solo i versamenti effettuati per far fronte alle esigenze di vita quotidiana, indipendentemente dalle modalità di versamento (una tantum, mensili, ecc.) (Cass. n. 1277/2014).

» BOLOGNA RAVENNA FORLI CESENA IMOLA successionedei legittimari e successione legittima successione necessariaquote successionetestamentaria quote eredità fratello deceduto senza figli chi sono gli ascendenti eredità legittima in presenza di testamento successionelegittima nipoti figli di fratelli successione obbligatoria

Contattami subito!

Avrai una risposta in tempi brevissimi

Nome e Cognome *

Telefono *

E-mail

Oggetto

Messaggio *

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.
Leggi l'informativa sulla Privacy

PUOI CONTATTARMI ANCHE VIA MAIL: avvsergioarmaroli@gmail.com
Avvocato Sergio Armaroli - Studio Legale Bologna