Il mio obiettivo? La tua soddisfazione!
CHIAMA SUBITO!!!

BOLOGNA LEGGI SUBITO #DIRITTO DI FAMIGLIA# A BOLOGNA :NUOVO FIGLIO DA NUOVO LETTO

LEGGI SUBITO DIRITTO DI FAMIGLIA A BOLOGNA :NUOVO FIGLIO DA NUOVO LETTO

 AFOTOGRAFICA1

– Quanto, poi, al profilo della doglianza attinente alla nascita di un figlio dall’unione del F. con la nuova compagna, ed ai conseguenti maggiori oneri a carico dello stesso, deve rilevarsi che secondo la giurisprudenza di questa Corte, ove, a sostegno della richiesta di diminuzione dell’assegno di divorzio, siano allegati sopravvenuti oneri familiari dell’obbligato, il giudice deve verificare se si determini un effettivo depauperamento delle sue sostanze in vista di una rinnovata valutazione comparativa della situazione delle parti, salvo che la complessiva situazione patrimoniale dell’obbligato sia di tale consistenza da rendere irrilevanti i nuovi oneri (Cass. civ., sentt. n. 4551 del 2012, n. 25010 del 2007).

Se, quindi, la costituzione di una nuova famiglia non rappresenta un automatico presupposto che impone la rideterminazione dell’assegno di mantenimento, è altrettanto errato ritenere che il sistema normativo si basi su una considerazione di non necessarietà della scelta del coniuge obbligato. Al contrario, il diritto alla costituzione della famiglia è un diritto fondamentale anche nel contesto costituzionale e sovranazionale della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo del 1950 (art. 12), e come tale è riconosciuto anche dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea (art. 9), senza che sia possibile considerare il divorzio come limite oltre il quale tale diritto è destinato a degradare al livello di mera scelta individuale non necessaria.

 

La consulenza da un avvocato matrimonialista può evitarti molti errori, difficilmente rimediabili al momento della effettiva rottura, e una migliore gestione degli aspetti emotivi. Sciogliere un legame coniugale, un rapporto di convivenza o una unione civile comporta la modifica di tutte le nostre abitudini e dei nostri punti di riferimento abituali.

In momenti come questi abbiamo bisogno di una persona competente ed esperta che ci aiuti a interpretare con chiarezza la situazione in cui ci troviamo, che ci spieghi con semplicità i nostri diritti e i nostri doveri ma che sappia anche comprendere le nostre esigenze più personali, sempre presente con tatto e discrezione.

 

 Lo  studio offre strategie personalizzate per

 

 

  1. L’accertamento dell’effettivo tenore di vita del padr
  1. La sentenza dunque si attesta nel solco giurisprudenziale15confermato di recente anche dal Tribunale di Milano, Sez. IX, decreto del 15 aprile 2015 (pres. Manfredini, est. Blandini) – pronuncia nota perché quantifica l’assegno di mantenimento valorizzando la circostanza che il genitore non convivente, pur disoccupato, gode di una certa autonomia patrimoniale in quanto non sostiene su di sé oneri abitativi e non si trova in situazione d’indebitamento.
  • Con riguardo ai figli maggiorenni non economicamente autosufficienti, l’obbligo di mantenimento verrebbe meno con il raggiungimento di una indipendenza economica dovuta, ad esempio, all’aver intrapreso una attività lavorativa, ma anche quando si sono dimostrati pigri nel rendersi indipendenti o hanno rifiutato di svolgere un lavoro loro proposto (v. Cass. 29/10/2013 n° 24414).
  • Viene dunque in considerazione la colpa del figlio maggiorenne indolente, il quale preferisce fare il “fannullone” invece di attivarsi per non gravare ancora sui genitori.
  1. La Corte Suprema ha stabilito: 01/02/2016 n° 1858 che, in aderenza ad altri suoi precedenti, ha stabilito che i figli maggiorenni (due nel caso di specie, entrambi iscritti alla Università, con scarsi risultati e abbondantemente fuori corso) non possono continuare ad essere mantenuti allorché, posti nelle condizioni di addivenire ad una autonomia economica, non ne abbiano tratto profitto “sottraendosi volontariamente allo svolgimento di una attività lavorativa adeguata, corrispondente alla professionalità acquisita”.
  2. Ancora la Corte ha stabilito : (Cass. 30/10/2013 n° 24515) che ha reputato che non avessero diritto al mantenimento due figli di un padre divorziato, maggiorenni, sulla base del fatto che avevano espletato una attività lavorativa, seppure discontinua, ma attestante quantomeno il possesso di capacità idonee per immettersi nel mondo del mercato.Ciò è stato sufficiente a far ritenere la cessazione dell’obbligo di mantenimento per il padre non potendo assumere rilievo, secondo la interpretazione fornita dalla Cassazione, il sopravvenire di circostanze ulteriori le quali, pur se determinano l’effetto di rendere i figli maggiorenni prive di sostentamento economico, non possono far risorgere un obbligo di mantenimento in cui presupposti siano venuti meno”.

 

  1. Residenza del minore
  1. L’articolo 8, n. 1 del Regolamento U.E. n. 2201/2003, nel prevedere, per le domande relative alla responsabilita’ genitoriale su un minore, la competenza internazionale dell’autorita’ giudiziaria dello stato membro in cui il minore stesso risiede abitualmente alla data della domanda, detta un principio, come emerge dal “dodicesimo” considerando, ispirato dall’interesse superiore del minore stesso e dal criterio della vicinanza.
  2. 1. Per residenza abituale deve intendersi il luogo dove il minore trova e riconosce, anche grazie a una permanenza tendenzialmente stabile, il centro dei propri legami affettivi, non solo parentali, originati dallo svolgersi della sua vita di relazione. In altri termini, la residenza abituale corrisponde al luogo che denota una certa integrazione del minore in un ambiente sociale e familiare, ed ai fini del relativo accertamento rilevano una serie di circostanze che vanno valutate in relazione alla peculiarita’ del caso concreto: la durata, la regolarita’ e le ragioni del soggiorno nel territorio di uno Stato membro, la cittadinanza del minore, la frequenza scolastica e, in generale, le relazioni familiari e sociali (Corte giustizia, 2 aprile 2009, A., in causa 523/2007).

 

ANZOLA DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 2. ARGELATO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 3. BARICELLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 4. BENTIVOGLIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 5. BOLOGNA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 6. BORGO TOSSIGNANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 7. BUDRIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 8. CALDERARA DI RENO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 9. CAMUGNANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO10. CASALECCHIO DI RENO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO11. CASALFIUMANESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO12. CASTEL D’AIANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO13. CASTEL DEL RIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO14. CASTEL DI CASIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO15. CASTEL GUELFO DI B. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO16. CASTEL MAGGIORE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO17. CASTEL SAN PIETRO TERME SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO18. CASTELLO D’ARGILE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO19. CASTENASO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO20. CASTIGLIONE DEI PEPOLI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO21. CREVALCORE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO22. DOZZA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO23. FONTANELICE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO24. GAGGIO MONTANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO25. GALLIERA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO26. GRANAGLIONE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO27. GRANAROLO DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO28. GRIZZANA MORANDI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO29. IMOLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO30. LIZZANO IN BELVEDERE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO31. LOIANO32. MALALBERGO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO33. MARZABOTTO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO34. MEDICINA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO35. MINERBIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO36. MOLINELLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO37. MONGHIDORO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO38. MONTE SAN PIETRO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO39. MONTERENZIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO40. MONZUNO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO41. MORDANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO42. OZZANO DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO43. PIANORO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO44. PIEVE DI CENTO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO45. PORRETTA TERME SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO46. SALA BOLOGNESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO47. SAN BENEDETTO VAL DI S. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO48. SAN GIORGIO DI PIANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO49. SAN GIOVANNI IN P. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO50. SAN LAZZARO DI SAVENA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO51. SAN PIETRO IN CASALE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO52. SANT’AGATA BOLOGNESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO53. SASSO MARCONI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO54. VALSAMOGGIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO - See more at: http://www.avvocatoabologna.it/articoli-sentenze/1102-separazione-coniugi-consigli.html#sthash.D4R7CdBX.dpuf CHIAMA 051/6447838

ANZOLA DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 2. ARGELATO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 3. BARICELLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 4. BENTIVOGLIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 5. BOLOGNA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 6. BORGO TOSSIGNANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 7. BUDRIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 8. CALDERARA DI RENO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 9. CAMUGNANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO10. CASALECCHIO DI RENO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO11. CASALFIUMANESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO12. CASTEL D’AIANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO13. CASTEL DEL RIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO14. CASTEL DI CASIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO15. CASTEL GUELFO DI B. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO16. CASTEL MAGGIORE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO17. CASTEL SAN PIETRO TERME SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO18. CASTELLO D’ARGILE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO19. CASTENASO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO20. CASTIGLIONE DEI PEPOLI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO21. CREVALCORE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO22. DOZZA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO23. FONTANELICE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO24. GAGGIO MONTANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO25. GALLIERA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO26. GRANAGLIONE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO27. GRANAROLO DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO28. GRIZZANA MORANDI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO29. IMOLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO30. LIZZANO IN BELVEDERE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO31. LOIANO32. MALALBERGO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO33. MARZABOTTO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO34. MEDICINA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO35. MINERBIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO36. MOLINELLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO37. MONGHIDORO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO38. MONTE SAN PIETRO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO39. MONTERENZIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO40. MONZUNO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO41. MORDANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO42. OZZANO DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO43. PIANORO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO44. PIEVE DI CENTO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO45. PORRETTA TERME SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO46. SALA BOLOGNESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO47. SAN BENEDETTO VAL DI S. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO48. SAN GIORGIO DI PIANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO49. SAN GIOVANNI IN P. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO50. SAN LAZZARO DI SAVENA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO51. SAN PIETRO IN CASALE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO52. SANT’AGATA BOLOGNESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO53. SASSO MARCONI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO54. VALSAMOGGIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO – See more at: http://www.avvocatoabologna.it/articoli-sentenze/1102-separazione-coniugi-consigli.html#sthash.D4R7CdBX.dpuf
CHIAMA 051/6447838

assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità ► Marzabotto‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità ► Medicina (Italia)‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità ► Minerbio‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità ► Molinella‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità ► Monghidoro‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità ► Monte San Pietro‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità . ► Monterenzio‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità ► Monzuno‎ 
-separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità ► Mordano‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità ► Ozzano dell'Emilia‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità ► Pianoro‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità ► Pieve di Cento‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità ► Porretta Terme‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità Sala Bolognese‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità San Benedetto Val di Sambro‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità San Giorgio di Piano‎ 
-separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità San Giovanni in Persiceto‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità San Lazzaro di Savena‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità San Pietro in Casale‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordatario) - alimenti,diritto di alimenti,Avvocato Bologna - assegno di mantenimento ,assegno divorzile,avvocato Bologna - adozione, - decadenza della potestà dei genitori - accertamento giudiziale della paternità - casa coniugale,assegnazione casa coniugale -affidamento dei figli nella separazione - affidamento dei figli minorenni di persone conviventi more uxorio - adozione - disconoscimento della paternità Sant'Agata Bolognese‎ -separazione dei coniugi:separazione consensuale e separazione giudiziale (scioglimento matrimonio/cessazione effetti civili matrimonio concordat

separazione e durata del matrimonio incidenza su assegno mantenimento

 

Cassazione civile Sez. I, Sentenza n. 6289 del 19/03/2014

 

 

Svolgimento del processo

  1. – Il Tribunale di Viterbo, pronunciato lo scioglimento del matrimonio civile contratto tra F.G. ed B. A. il (OMISSIS), affidò l’unico figlio della coppia, nato il (OMISSIS), ad entrambi i genitori confermandone la collocazione, disposta in sede di giudizio di separazione, presso la casa paterna, e, per ciò che ancora rileva nella presente sede, riconobbe il diritto della B. di ricevere l’assegno di divorzio, liquidandolo nella misura di Euro 200 mensili.

Avverso tale sentenza propose appello il F., ribadendo la domanda di revoca dell’assegno di divorzio, già formulata in primo grado, nonostante nell’atto introduttivo del giudizio egli avesse chiesto la conferma del contributo mensile di 100 Euro, giustificando il mutamento della domanda con riferimento al nuovo matrimonio contratto da cui era nato un figlio, con conseguente aggravio degli oneri familiari.

ART 570 CP MANCATO PAGAMENTO ALIMENTI AL CONIUGE E FIGLI – AVVOCATO BOLOGNA

ART 570 CP MANCATO PAGAMENTO ALIMENTI AL CONIUGE E FIGLI – AVVOCATO BOLOGNA

  1. – La Corte d’appello di Roma, con sentenza depositata il 10 giugno 2009, in parziale riforma della sentenza impugnata, ha determinato in Euro 100,00 mensili l’importo dell’assegno divorzile dovuto dal F. alla B.. Il giudice di secondo grado, premessa la disparità economica tra le parti, ha sottolineato – per quanto ancora rileva nella presente sede – che il nuovo matrimonio del F. e la sua recente paternità hanno determinato un aggravio dei suoi oneri familiari, mentre la B. è proprietaria dell’appartamento in cui abita e, benchè allo stato priva di una stabile attività lavorativa, ha sicure potenzialità reddituali, essendo ancora giovane, di discreto livello culturale, in grado di parlare almeno due lingue, e specializzata come parrucchiera.

Valutati tali elementi anche in rapporto alla durata del matrimonio, che è stata di otto anni e sette mesi, con interruzione della convivenza dopo neppure quattro anni dalla celebrazione del matrimonio, la Corte è pervenuta alla riduzione nel senso sopraindicato dell’importo dell’assegno di divorzio.

  1. – Per la cassazione di tale sentenza ricorre la B. sulla base di un unico articolato motivo di ricorso. Resiste con controricorso il F.. Il controricorrente ha depositato memoria.

Motivi della decisione

  1. – Il Collegio ha deliberato l’adozione della forma semplificata nella redazione della motivazione della presente sentenza.
  1. – Con l’unico, complesso motivo di ricorso si deduce violazione e falsa applicazione dell’art. 5, sesto comma, della legge n. 898 del 1970, come modificato dall’art. 10 della legge n. 74 del 1987. La Corte di merito avrebbe proceduto, ai fini della determinazione della misura dell’assegno divorzile, ad una valutazione delle condizioni economiche del coniuge più debole attraverso un giudizio espresso sul piano della ipoteticità ed astrattezza, anzichè su quello della effettività e concretezza, effettuando un apprezzamento di tipo probabilistico e non fondato su dati realmente esistenti con riferimento alla specifica fattispecie. Ed anche la nascita di un figlio dalla nuova unione del F. non avrebbe potuto comprimere il diritto dell’ex coniuge all’assegno divorzile.

La illustrazione della censura si conclude con la formulazione, ai sensi dell’art. 366-bis cod.proc. civ., applicabile nella specie ratione temporis, dei seguenti quesiti di diritto: “Dica codesta Ecc.ma Corte se: 1) Ai fini dell’attribuzione dell’assegno di divorzio e della determinazione della sua misura, ai sensi dell’art. 5 della L. 1 dicembre 1970, n. 898 (nel testo modificato dall’art. 10 della L. 6 marzo 1981, n. 74), l’accertamento del giudice del merito in ordine alle condizioni economiche dei coniugi ed al reddito di entrambi debba essere compiuto non in astratto bensì in concreto evitando di fondare la decisione su meri apprezzamenti probabilistici, non fondati su dati realmente esistenti con riferimento alla specifica fattispecie; 2) la nascita di un figlio in seconde nozze dell’onerato sia evento tale da comportare la revoca dell’assegno posto a suo carico ai sensi dell’art. 5 della L. 1 dicembre 1970, n. 898 (nel testo modificato dall’art. 10 della L. 6 marzo 1987, n. 74)”.

  1. – La censura, nella sua duplice articolazione, è destituita di fondamento.

3.1. – Anzitutto, non è esatto che la Corte di merito abbia fondato la propria decisione in ordine alla misura dell’assegno divorzile in questione su meri apprezzamenti probabilistici. In realtà, il giudice di secondo grado ha dapprima verificato, sulla base della disparità della situazione reddituale dei coniugi, la inadeguatezza dei mezzi della B. raffrontati ad un tenore di vita analogo a quello goduto in costanza di matrimonio.

Quindi, ai fini della determinazione della misura dell’assegno, la Corte di merito ha utilizzato i parametri moderatori di cui all’art. 5, sesto comma, della legge n. 898 del 1970, in conformità al consolidato orientamento di questa Corte (v., per tutte, Cass., sent.

  1. 20582 del 2010).

La quantificazione dell’assegno in favore della B. è così avvenuta tenendosi presenti, per un verso, la titolarità in capo alla donna della proprietà dell’appartamento da lei abitato, e, per l’altro, la sua attitudine al lavoro, valutata non già in modo ipotetico ed astratto, bensì alla stregua di concrete e plurime prospettive collegate alla sua età ancora giovanile, nonchè alla sua specializzazione ed alla conoscenza di due lingue.

3.2. – Quanto, poi, al profilo della doglianza attinente alla nascita di un figlio dall’unione del F. con la nuova compagna, ed ai conseguenti maggiori oneri a carico dello stesso, deve rilevarsi che secondo la giurisprudenza di questa Corte, ove, a sostegno della richiesta di diminuzione dell’assegno di divorzio, siano allegati sopravvenuti oneri familiari dell’obbligato, il giudice deve verificare se si determini un effettivo depauperamento delle sue sostanze in vista di una rinnovata valutazione comparativa della situazione delle parti, salvo che la complessiva situazione patrimoniale dell’obbligato sia di tale consistenza da rendere irrilevanti i nuovi oneri (Cass. civ., sentt. n. 4551 del 2012, n. 25010 del 2007).

Se, quindi, la costituzione di una nuova famiglia non rappresenta un automatico presupposto che impone la rideterminazione dell’assegno di mantenimento, è altrettanto errato ritenere che il sistema normativo si basi su una considerazione di non necessarietà della scelta del coniuge obbligato. Al contrario, il diritto alla costituzione della famiglia è un diritto fondamentale anche nel contesto costituzionale e sovranazionale della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo del 1950 (art. 12), e come tale è riconosciuto anche dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea (art. 9), senza che sia possibile considerare il divorzio come limite oltre il quale tale diritto è destinato a degradare al livello di mera scelta individuale non necessaria.

Nella specie, la circostanza di un nuovo matrimonio e della nascita di un figlio è stata correttamente valutata come giustificativa della modifica dell’entità dell’assegno di mantenimento, in correlazione anche con l’altra circostanza dell’essere il F. onerato in via esclusiva del mantenimento del figlio nato dal primo matrimonio, e di una situazione reddituale.

  1. – In definitiva, il ricorso deve essere rigettato. In applicazione del criterio della soccombenza, le spese del presente giudizio, liquidate come da dispositivo, devono essere poste a carico della ricorrente.

P.Q.M.

La Corte rigetta il ricorso. Condanna la ricorrente al pagamento delle spese del giudizio, che liquida in complessivi Euro 2.200,00, di cui Euro 200,00 per esborsi, oltre agli accessori di legge.

Dispone che in caso di diffusione del presente provvedimento siano omesse le generalità e gli altri dati identificativi a norma del D.Lgs. n. 196 del 2003, art. 52.

TAG:ANZOLA DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 2. ARGELATO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 3. BARICELLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 4. BENTIVOGLIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 5. BOLOGNA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 6. BORGO TOSSIGNANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 7. BUDRIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 8. CALDERARA DI RENO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO 9. CAMUGNANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO10. CASALECCHIO DI RENO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO11. CASALFIUMANESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO12. CASTEL D’AIANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO13. CASTEL DEL RIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO14. CASTEL DI CASIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO15. CASTEL GUELFO DI B. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO16. CASTEL MAGGIORE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO17. CASTEL SAN PIETRO TERME SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO18. CASTELLO D’ARGILE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO19. CASTENASO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO20. CASTIGLIONE DEI PEPOLI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO21. CREVALCORE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO22. DOZZA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO23. FONTANELICE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO24. GAGGIO MONTANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO25. GALLIERA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO26. GRANAGLIONE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO27. GRANAROLO DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO28. GRIZZANA MORANDI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO29. IMOLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO30. LIZZANO IN BELVEDERE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO31. LOIANO32. MALALBERGO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO33. MARZABOTTO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO34. MEDICINA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO35. MINERBIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO36. MOLINELLA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO37. MONGHIDORO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO38. MONTE SAN PIETRO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO39. MONTERENZIO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO40. MONZUNO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO41. MORDANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO42. OZZANO DELL’EMILIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO43. PIANORO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO44. PIEVE DI CENTO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO45. PORRETTA TERME SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO46. SALA BOLOGNESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO47. SAN BENEDETTO VAL DI S. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO48. SAN GIORGIO DI PIANO SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO49. SAN GIOVANNI IN P. SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO50. SAN LAZZARO DI SAVENA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO51. SAN PIETRO IN CASALE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO52. SANT’AGATA BOLOGNESE SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO53. SASSO MARCONI SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO54. VALSAMOGGIA SEPARAZIONI E DIVORZI AVVOCATO

Pratiche di separazione e divorzio,assistenza legale Bologna

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Casalfiumanese

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Porretta Terme

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Crespellano

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Baricella

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Pianoro

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Zola Predosa

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Molinella

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Sala Bolognese

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Medicina

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Castel Guelfo di Bologna

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale assistenza legale Budrio

Pratiche di separazione e divorzio assistenza legale Castiglione dei Pepoli

Pratiche di separazione e divorzio San Benedetto Val di Sambro

Pratiche di separazione e divorzio Crevalcore

Cause civili San Pietro in Casale,San Giorgio di Piano, Cento,

Cause penali San Pietro in Casale, San Giorgio di Piano, Cento,

Cause legali San Pietro in Casale

Pratiche di successione San Pietro in Casale, San Giorgio di Piano, Cento,

Lo studio dell’avvocato Sergio Armaroli tratta diritto di famiglia, come: Divorzi (Divorzio Giudiziale E Divorzio Congiunto), Riconoscimento Del Matrimonio O Divorzio Realizzato All’estero, Riconoscimento Della Separazione E Del Divorzio Estero In Italia, Affidamento Condiviso E Congiunto, Scioglimento Del Matrimonio E Cessazione Degli Effetti Civili, Convenzioni Matrimoniali, Disconoscimento Di Paternità, Filiazione, Mantenimento Del Coniuge, Mantenimento Dei Minori, Assegno Divorzile, Addebito Della Separazione, Risarcimento Dei Danni, Adozioni, Tutela Dei Minori, Matrimonio Misto, Accordi Di Convivenza, Diritto Penale Della Famiglia, Impresa Familiare, Violenze Intrafamiliari, Interdizione, Inabilitazione, Decadenza Potestà Genitori, Sospensione Potestà Genitori, Diritti Degli Ascendenti, Dichiarazione Giudiziale Di Paternità, Strumenti A Tutela Del Corretto Adempimento Delle Obbligazioni Alimentari, Consulenza Legale Relativa A Separazioni, Divorzi, Mediazione Familiare, Affidamento Dei Figli, Accordi Di Convivenza, Adozioni, Variazioni Alle Condizioni Di Separazione E Mediazione Familiare, Assistenza Legale – Assegno Di Mantenimento – Assegno Divorzile – Diritto Di Famiglia – Affidamento Condiviso – Separazione Giudiziale

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Avvocato separazioni Bologna, Avvocato per separazioni Bologna, Avvocato per divorzi Bologna, Avvocato civilista Bologna , Avvocato matrimonialista Bologna , Avvocato Bologna , Avvocati Bologna , malasanità risarcimento, Testamento olografo, diritto di famiglia avvocato, risarcimento incidente stradale mortale, risarcimento incidente mortale, incidente mortale risarcimento, risarcimento danni incidente mortale, incidente stradale mortale risarcimento danni, morte per incidente stradale risarcimento, risarcimento danni sinistro stradale mortale, risarcimento danni incidente, risarcimento danni sinistro mortale, incidente stradale risarcimento, risarcimento assicurazione incidente stradale mortale, risarcimenti incidenti stradali, morte incidente stradale risarcimento, risarcimento morte incidente stradale, risarcimento incidente stradale, risarcimento danni per incidente stradale mortale, risarcimento sinistri stradali, risarcimento incidente mortale tabelle, tabella risarcimento morte incidente stradale, incidenti stradali risarcimento, risarcimento per incidente stradale, risarcimenti danni incidenti stradali, indennizzo morte incidente stradale, sinistri stradali risarcimento, risarcimento sinistro stradale, risarcimento danni incidente stradale mortale, risarcimento danni sinistro, risarcimento danni fisici incidente, indennizzo incidente stradale, sinistro stradale risarcimento

Contattami subito!

Avrai una risposta in tempi brevissimi

Nome e Cognome *

Telefono *

E-mail

Oggetto

Messaggio *

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.
Leggi l'informativa sulla Privacy

Articoli Correlati

» AVVOCATO PER SUCCESSIONE EREDI TESTAMENTO BOLOGNA RAVENNA FORLI CESENA SUCCESSIONE QUOTE SRL SUCCESSIONE LEGITTIMA CONIUGE Le partecipazioni sono liberamente trasferibili (1) per atto tra vivi e per successione a causa di morte, salvo contraria disposizione dell’atto costitutivo [2284, 2322, 2462, 2471, 2468]. Qualora l’atto costitutivo preveda l’intrasferibilità delle partecipazioni o ne subordini il trasferimento al gradimento (2) di organi sociali, di soci o di terzi senza prevederne condizioni e limiti, o ponga condizioni o limiti che nel caso concreto impediscono il trasferimento a causa di morte, il socio o i suoi eredi possono esercitare il diritto di recesso ai sensi dell’articolo 2473. In tali casi l’atto costitutivo può stabilire un termine, non superiore a due anni dalla costituzione della società o dalla sottoscrizione della partecipazione, prima del quale il recesso non può essere esercitato .

» RISOLVI ORA PORRETTA LIZZANO IN BELVEDERE VIDICIATICO GAGGIO MONTANO AVVOCATO MATRIMONIALISTA SEPARAZIONI E DIVORZI SEPARAZIONE DOMANDE E RISPOSTE DOMANDA ma separarsi è una cosa facile? RISPOSTA No, vi sono mille problematiche da risolvere! DOMANDA Quale sono le problematiche maggiori nella separazione? RISPOSTA :i figli la casa coniugale il mantenimento 1)DOMANDA quale differenza c’è tra separazione giudiziale e consensuale?

» MALASANITA’ FORLI SENTENZA TRIB FORLI’ INFEZIONE DANNO CASA DI CURA RISARCIMENTO Nella responsabilità medica, se invocata a titolo contrattuale sul presupposto di un rapporto contrattuale “da contatto” intercorso tra il paziente e il medico o la struttura sanitaria, l’onere probatorio per il paziente danneggiato consiste nella dimostrazione che l’esecuzione della prestazione si è inserita nella serie causale che ha condotto all’evento dannoso, rappresentato dalla persistenza della patologia per cui era stata richiesta la prestazione oppure da un suo aggravamento fino a comportare una nuova patologia ovvero il decesso del paziente. Al contrario l’ente ospedaliero deve fornire la prova che la prestazione professionale sia stata eseguita in modo diligente, con l’osservanza di tutte le regole di prevenzione ed igiene ed anche di aver adottato tutte le procedure, i protocolli e le linee guida idonei a fornire agli operatori sanitari le indicazioni necessarie per un corretto svolgimento della prestazione sanitaria e che gli esiti peggiorativi siano determinati da un esito imprevisto ed imprevedibile. Ai fini della determinazione del quantum risarcitorio, la legge 189/2012 non ha efficacia retroattiva. Ne consegue che per i fatti verificatisi anteriormente all’entrata in vigore di tale legge, l’importo è determinato facendo rifermento alla tabella in uso presso il Tribunale di Milano.

» Tribunale di Forlì 20.02.2016, est. Ramacciotti. Responsabilità medica – danno biologico proprio e iure hereditatis – danno terminale biologico onere della prova – quantificazione del danno art. 1228 c.c. – nesso di causalità danno biologico da invalidità temporanea totale e parziale danno biologico permanente – personalizzazione del danno –danno non patrimoniale – danno morale “ il paziente danneggiato deve limitarsi a provare l’esistenza del contratto (o il contatto sociale) e l’insorgenza o l’aggravamento della patologia, nonché deve allegare l’inadempimento del debitore, che appaia astrattamente idoneo a provocare il danno lamentato; rimane a carico del debitore l’onere di dimostrare o che tale inadempimento non vi è stato ovvero che, pur esistendo, esso non è stato eziologicamente rilevante; in altre parole, il debitore dovrà dimostrare o che nessun rimprovero di scarsa diligenza o di imperizia possa essergli mosso, oppure che, pur essendovi stato un suo inesatto adempimento, questo non abbia avuto alcuna incidenza causale sulla produzione del danno.

» RINUNCIA ALL’EREDITA’ QUANDO LA RINUNCIA E’ INEFFICACE AVVOCATO SUCCESSIONI BOLOGNA CESENA FORLI RAVENNA

» RINUNCIA EREDITA’ BOLOGNA AVVOCATO ESPERTO

» SUCCESSIONE FORLI RAVENNA CESENA TRIB FORLI SENTENZA SIMULAZIONE PREZZO VENDITA E DONAZIONE Trib. Forlì, Sentenza parziale 3879/2010 del 10.03.2015, Pres. Pescatore est. Ramacciotti Successione – Azione di simulazione relativa – Prescrizione – Dies a quo.

» FORLI CESENA BOLOGNA CAUSE EREDITARIE AVVOCATO ESPERTO DOMANDA la delazione basta per acquisire la qualita’ di erede? No occorre anche l’accettazione

» CASS SEZ UNITE RISARCIMENTI PUNITIVI la sentenza del 23 settembre 2008, esecutiva, della Circuit Court of the 17th Judicial Circuit for Broward Count (Florida), confermata in appello dal District Court of Appeal of the State of Florida, dell’U agosto 2010, che aveva concannato la società italiana AXO Sport spa a pagare la complessiva somma di dollari USA 1.436.136,87, oltre interessi al tasso annuo dell’11% , a seguito di procedimento giudiziario svoltosi davanti a quell’autorità;

» AVVOCATO DIRITTO IMMOBILIARE BOLOGNA CONTRATTO PRELIMINARE SU IMMOBILE ABUSIVO In forza, allora, dell’interpretazione di questa Corte, cui il Collegio intende dare continuità, la sanzione della nullità prevista dalla L. 28 febbraio 1985, n. 47, art. 40, con riferimento a vicende negoziali relative ad immobili privi della necessaria concessione edificatoria, trova applicazione nei soli contratti con effetti traslativi e non anche con riguardo ai contratti con efficacia obbligatoria, quale il preliminare di vendita, come si desume dal tenore letterale della norma, nonchè dalla circostanza che, successivamente al contratto preliminare, può intervenire la concessione in sanatoria degli abusi edilizi commessi o essere prodotta la dichiarazione prevista dalla stessa norma, ove si tratti di immobili costruiti anteriormente al 1 settembre 1967. Ne consegue che, anche nel caso in cui il preliminare abbia ad oggetto un immobile privo della concessione edificatoria, si ritiene costituito tra le parti un valido vincolo giuridico (Cass. 19 dicembre 2013, n. 28456; Cass. 18 luglio 2011, n. 15734; Cass. 11 luglio 2005, n. 14489).

avvocato a bologna

Articoli Recenti

» AVVOCATO PER SUCCESSIONE EREDI TESTAMENTO BOLOGNA RAVENNA FORLI CESENA SUCCESSIONE QUOTE SRL SUCCESSIONE LEGITTIMA CONIUGE Le partecipazioni sono liberamente trasferibili (1) per atto tra vivi e per successione a causa di morte, salvo contraria disposizione dell’atto costitutivo [2284, 2322, 2462, 2471, 2468]. Qualora l’atto costitutivo preveda l’intrasferibilità delle partecipazioni o ne subordini il trasferimento al gradimento (2) di organi sociali, di soci o di terzi senza prevederne condizioni e limiti, o ponga condizioni o limiti che nel caso concreto impediscono il trasferimento a causa di morte, il socio o i suoi eredi possono esercitare il diritto di recesso ai sensi dell’articolo 2473. In tali casi l’atto costitutivo può stabilire un termine, non superiore a due anni dalla costituzione della società o dalla sottoscrizione della partecipazione, prima del quale il recesso non può essere esercitato .

» RISOLVI ORA PORRETTA LIZZANO IN BELVEDERE VIDICIATICO GAGGIO MONTANO AVVOCATO MATRIMONIALISTA SEPARAZIONI E DIVORZI SEPARAZIONE DOMANDE E RISPOSTE DOMANDA ma separarsi è una cosa facile? RISPOSTA No, vi sono mille problematiche da risolvere! DOMANDA Quale sono le problematiche maggiori nella separazione? RISPOSTA :i figli la casa coniugale il mantenimento 1)DOMANDA quale differenza c’è tra separazione giudiziale e consensuale?

» MALASANITA’ FORLI SENTENZA TRIB FORLI’ INFEZIONE DANNO CASA DI CURA RISARCIMENTO Nella responsabilità medica, se invocata a titolo contrattuale sul presupposto di un rapporto contrattuale “da contatto” intercorso tra il paziente e il medico o la struttura sanitaria, l’onere probatorio per il paziente danneggiato consiste nella dimostrazione che l’esecuzione della prestazione si è inserita nella serie causale che ha condotto all’evento dannoso, rappresentato dalla persistenza della patologia per cui era stata richiesta la prestazione oppure da un suo aggravamento fino a comportare una nuova patologia ovvero il decesso del paziente. Al contrario l’ente ospedaliero deve fornire la prova che la prestazione professionale sia stata eseguita in modo diligente, con l’osservanza di tutte le regole di prevenzione ed igiene ed anche di aver adottato tutte le procedure, i protocolli e le linee guida idonei a fornire agli operatori sanitari le indicazioni necessarie per un corretto svolgimento della prestazione sanitaria e che gli esiti peggiorativi siano determinati da un esito imprevisto ed imprevedibile. Ai fini della determinazione del quantum risarcitorio, la legge 189/2012 non ha efficacia retroattiva. Ne consegue che per i fatti verificatisi anteriormente all’entrata in vigore di tale legge, l’importo è determinato facendo rifermento alla tabella in uso presso il Tribunale di Milano.

» Tribunale di Forlì 20.02.2016, est. Ramacciotti. Responsabilità medica – danno biologico proprio e iure hereditatis – danno terminale biologico onere della prova – quantificazione del danno art. 1228 c.c. – nesso di causalità danno biologico da invalidità temporanea totale e parziale danno biologico permanente – personalizzazione del danno –danno non patrimoniale – danno morale “ il paziente danneggiato deve limitarsi a provare l’esistenza del contratto (o il contatto sociale) e l’insorgenza o l’aggravamento della patologia, nonché deve allegare l’inadempimento del debitore, che appaia astrattamente idoneo a provocare il danno lamentato; rimane a carico del debitore l’onere di dimostrare o che tale inadempimento non vi è stato ovvero che, pur esistendo, esso non è stato eziologicamente rilevante; in altre parole, il debitore dovrà dimostrare o che nessun rimprovero di scarsa diligenza o di imperizia possa essergli mosso, oppure che, pur essendovi stato un suo inesatto adempimento, questo non abbia avuto alcuna incidenza causale sulla produzione del danno.

» RINUNCIA ALL’EREDITA’ QUANDO LA RINUNCIA E’ INEFFICACE AVVOCATO SUCCESSIONI BOLOGNA CESENA FORLI RAVENNA

» RINUNCIA EREDITA’ BOLOGNA AVVOCATO ESPERTO

» SUCCESSIONE FORLI RAVENNA CESENA TRIB FORLI SENTENZA SIMULAZIONE PREZZO VENDITA E DONAZIONE Trib. Forlì, Sentenza parziale 3879/2010 del 10.03.2015, Pres. Pescatore est. Ramacciotti Successione – Azione di simulazione relativa – Prescrizione – Dies a quo.

» FORLI CESENA BOLOGNA CAUSE EREDITARIE AVVOCATO ESPERTO DOMANDA la delazione basta per acquisire la qualita’ di erede? No occorre anche l’accettazione

» CASS SEZ UNITE RISARCIMENTI PUNITIVI la sentenza del 23 settembre 2008, esecutiva, della Circuit Court of the 17th Judicial Circuit for Broward Count (Florida), confermata in appello dal District Court of Appeal of the State of Florida, dell’U agosto 2010, che aveva concannato la società italiana AXO Sport spa a pagare la complessiva somma di dollari USA 1.436.136,87, oltre interessi al tasso annuo dell’11% , a seguito di procedimento giudiziario svoltosi davanti a quell’autorità;

» AVVOCATO DIRITTO IMMOBILIARE BOLOGNA CONTRATTO PRELIMINARE SU IMMOBILE ABUSIVO In forza, allora, dell’interpretazione di questa Corte, cui il Collegio intende dare continuità, la sanzione della nullità prevista dalla L. 28 febbraio 1985, n. 47, art. 40, con riferimento a vicende negoziali relative ad immobili privi della necessaria concessione edificatoria, trova applicazione nei soli contratti con effetti traslativi e non anche con riguardo ai contratti con efficacia obbligatoria, quale il preliminare di vendita, come si desume dal tenore letterale della norma, nonchè dalla circostanza che, successivamente al contratto preliminare, può intervenire la concessione in sanatoria degli abusi edilizi commessi o essere prodotta la dichiarazione prevista dalla stessa norma, ove si tratti di immobili costruiti anteriormente al 1 settembre 1967. Ne consegue che, anche nel caso in cui il preliminare abbia ad oggetto un immobile privo della concessione edificatoria, si ritiene costituito tra le parti un valido vincolo giuridico (Cass. 19 dicembre 2013, n. 28456; Cass. 18 luglio 2011, n. 15734; Cass. 11 luglio 2005, n. 14489).

Contattami subito!

Avrai una risposta in tempi brevissimi

Nome e Cognome *

Telefono *

E-mail

Oggetto

Messaggio *

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.
Leggi l'informativa sulla Privacy

PUOI CONTATTARMI ANCHE VIA MAIL: avvsergioarmaroli@gmail.com
Avvocato Sergio Armaroli - Studio Legale Bologna