Il mio obiettivo? La tua soddisfazione!
CHIAMA SUBITO!!!

AZIONE REGOLAMENTO CONFINI AVVOCATO CIVILISTA BOLOGNA apposizione confini terreni azione regolamento confini prescrizione verbale apposizione termini di confine

AZIONE REGOLAMENTO CONFINI AVVOCATO CIVILISTA BOLOGNA apposizione confini terreni azione regolamento confini prescrizione verbale apposizione termini di confine

PROBLEMI ACQUISTO CASA

PROBLEMI ACQUISTO CASA

 

 

 

AZIONE REGOLAMENTO CONFINI AVVOCATO CIVILISTA BOLOGNA apposizione confini terreni

azione regolamento confini prescrizione

verbale apposizione termini di confine

  1. L’azione di regolamento dei confini presuppone una situazione d’incertezza sull’esatta delimitazione dei confini tra due fondi limitrofi ed ha natura reale e d’azione d’accertamento dichiarativa. Il riferimento normativo è rappresentato dall’art. 950 c.c., rubricato per l’appunto Azione di regolamento di confini, che recita:
  2. Quando il confine tra due fondi è incerto, ciascuno dei proprietari può chiedere che sia stabilito giudizialmente.
  3. Ogni mezzo di prova è ammesso.
  4. In mancanza di altri elementi, il giudice si attiene al confine delineato dalle mappe catastali. Nel giudizio di regolamento di confini, che ha per oggetto l’accertamento di un confine obiettivamente e soggettivamente incerto tra due fondi, il giudice ha un ampio potere di scelta e di valutazione dei mezzi probatori acquisiti al processo, in ordine ai quali il ricorso alle indicazioni delle mappe catastali costituisce un sistema di accertamento di carattere meramente sussidiario, al quale, cioè, si pone riferimento solo in assenza di altri elementi idonei alla determinazione del confine“.
  1. In tema di azione di regolamento di confini, che presuppone l’assenza di demarcazione visibile (incertezza obiettiva) tra i fondi o la sua inidoneità a separarli in modo certo e definitivo (incertezza soggettiva), l’attribuzione a una delle parti della zona occupata dall’altra, che può costituire una naturale conseguenza naturale della determinazione del confine, non trasforma l’azione d regolamento di confini in quella di rivendicazione che postula invece la contestazione fra le parti dei rispettivi titoli di proprietà” (Cass. 08/08/2003, n. 11942)

azione regolamento confini

azione regolamento confini mediazione

azione regolamento confini eccezione usucapione

lettera apposizione confini

azione regolamento confini competenza

apposizione confini terreni

azione regolamento confini prescrizione

verbale apposizione termini di confine

l’azione proposta dal proprietario che, pur in presenza di un confine apparente, ne deduca l’incertezza per intervenuta usurpazione di una porzione del proprio terreno da parte del vicino, e chieda, per l’effetto, un accertamento giudiziale della superficie dei fondi confinanti senza porre in discussione i titoli di proprietà, dovendosi ritenere del tutto irrilevante, al riguardo, che l’accertamento della proprietà di una delle parti sulla porzione di fondo controversa comporti anche un (inevitabile) effetto recuperatorio della proprietà stessa quale mera conseguenza dell’esperimento della detta azione, la cui finalità è soltanto quella di eliminare l’incertezza e le contestazioni relativa alla linea divisoria, prescindendo da ogni controversia sui titoli.

L’art. 950 c.c. stabilisce, infatti, che ciascuno dei proprietari possa agire con l’azione di regolamento dei confini quando il confine tra due fondi è incerto

non vengono in discussione i titoli di acquisto ma solo la determinazione quantitativa dell’oggetto della proprietà dei fondi confinanti per cui, mentre l’attore è sollevato dall’onere di fornire la dimostrazione del suo diritto di proprietà in virtù di un titolo di acquisto originario o derivativo risalente ad un periodo di tempo atto all’usucapione, su entrambe le parti ricade l’onere probatorio con la conseguenza che ogni mezzo di prova, anche tecnico o presuntivo, può essere utilizzato per la formazione del convincimento del giudice. Tale assunto non viene inficiato dal fatto che anche nel giudizio di regolamento di confini può proporsi la richiesta di rilascio di una zona di terreno compresa tra i due fondi contigui, poiché in tal caso il possesso di essa deriva da semplice incertezza dei confini, per la promiscuità del possesso della zona confinaria o perché si contesti che il confine apparente corrisponda a quello reale. In tale caso infatti, siffatta richiesta non snatura l’azione proposta, trasformandola in rivendicazione, poiché l’effetto recuperatorio è soltanto una conseguenza dell’accertamento del confine. Quando invece l’attore assuma che la superficie del fondo da lui in concreto posseduta sia inferiore a quella indicata nel proprio titolo di acquisto e denunci lo sconfinamento del vicino il quale contesti quanto affermato dall’attore, invocando a sua volta il proprio titolo di acquisto, il conflitto non è più tra fondi ma fra titoli, con la conseguenza che l’attore è soggetto all’onere probatorio dell’azione di rivendicazione” Cass. 21.11.00, n. 15013, GCM 2000, 2391,

Accade spesso, soprattutto nelle aree agricole, che il confine che separa due distinti appezzamenti risulti incerto, determinando spesso infinite beghe tra i due proprietari che, a ragione o a torto, contestano l’uno la demarcazione sul confine fatta dall’altro. L’azione di regolamento dei confini presuppone che l’incertezza, oggettiva o soggettiva, cada sul confine tra due fondi, non sul diritto di proprietà degli stessi, anche se oggetto di controversia è la determinazione quantitativa delle rispettive proprietà; essa, pertanto, non muta natura, trasformandosi in azione di rivendica, nel caso in cui l’attore sostenga che il confine di fatto non sia quello esatto per essere stato parte del suo fondo usurpato dal vicino (Cass. n. 15304/06).

La deduzione di un’usurpazione di suolo esprime una caratteristica incertezza soggettiva sul confine (cfr. Cass. n. 4703/97 e 4095/68), che vale a integrare quello che, per traslato, si suole definire come conflitto tra fondi, in contrapposizione con il conflitto fra titoli che contraddistingue, invece, l’azione di rivendica.

Infatti, il criterio distintivo dell’azione di rivendica rispetto all’azione di regolamento dei confini risiede nell’esistenza nella prima, del contrasto fra i titoli di proprietà a fronte di un contrasto tra i fondi che caratterizza la seconda, mentre il volere, da parte attrice, rientrare nella disponibilità della zona di terreno contestata non si traduce necessariamente in una contestazione dei titoli di proprietà, ben potendo l’eliminazione dell’incertezza dei confini determinare l’effetto restitutorio, in ordine al quale la volontà dell’attore di rientrare nella disponibilità della porzione del terreno oggetto di controversia, agisce sul piano processuale al fine di consentire l’effettivo recupero del bene ove il regolamento di confini si realizzi in senso favorevole all’attore (Cass. n. 15507/00; conformi, nn. 5899/01 e 4703/97).

In altri termini, il conflitto fra titoli ricorre allorché un medesimo bene, o una medesima sua porzione, abbia due distinte e contraddittorie provenienze, di talché l’una non possa essere valida quanto l’altra. E non si configura, pertanto, allorché sia in contestazione non la giusta provenienza del medesimo bene o di una sua porzione, ma la rispettiva estensione di beni diversi e tra loro contigui, nel qual caso si verte nella diversa ipotesi dell’azione di regolamento di confini.

Al fine di dissipare tali contese, il Codice Civile prevede la c.d. azione di regolamento dei confini (art. 950 c.c.) che mira proprio alla determinazione esatta e giudiziale della linea di confine tra due fondi.

La situazione di incertezza può essere oggettiva o soggettiva a seconda che dipenda da una situazione di obbiettiva incertezza sulla collocazione del confine o dall’incertezza soggettiva del proprietario di uno dei fondi limitrofi sull’esattezza del confine.

 

AVVOCATO A BOLOGNA SERGIO ARMAROLI MATERIE TRATTATE

 

Diritto Penale Avvocato penale Bologna

Avvocato a Bologna Assistenza stragiudiziale.

  • Pareri e consulenze.
  • Redazione lettere, memorie, esposti, relazioni, denunce.
  • Redazione contratti, statuti, regolamenti.
  • Partecipazione e assistenza in procedure di mediazione ex D. Lgs. n. 28/2010.
  • Ispezioni, visure, ricerca e richiesta documenti.
  • Partecipazione e assistenza ad assemblee, consigli, comitati.

 

  • tutela tempestiva, efficace e completa nei vari ambiti del diritto civile;
  • massima disponibilità, attenzione alle esigenze dell’assistito e ascolto e tutela della persona nella sua interezza;
  • tariffe concordabili e possibilità di accordi di consulenza e assistenza continuativa.

 

Diritto penale.

  1. Difesa nei procedimenti penali.
  2. Assistenza per l’intero grado di giudizio.
  3. Redazione di denunce e querele.
  4. Costituzioni di parte civile.

 

 

    • Reati ambientali
    • Reati in materia di sicurezza del lavoro – Infortuni, morte e lesioni.
    • Difesa penale del medico, degli infermieri e degli altri operatori sanitari professionali.
    • Omicidio e lesioni volontarie.
    • Omicidio e lesioni colpose.
    • Reati contro il patrimonio, l’economia e la fede pubblica.
    • Reati contro la pubblica amministrazione.
    • Reati concernenti l’onore, la privacy e la reputazione.
    • Diffamazione a mezzo stampa.
    • Reati societari, fallimentari e e concorsuali in genere,bancarotta fraudolenta bancarotta semlice
    • Reati in materia di intermediazione finanziaria.
    • Responsabilità degli Enti per i reati degli amministratori e dei dipendenti.
    • Reati tributari.
    • Sanzioni amministrative
    • Reati in materia di rapporti di lavoro.
    • Reati in materia di edilizia ed urbanistica Il sistema sanzionatorio, amministrativo e penale, in materia edilizia, anche alla luce del d.lgs. n. 28/2015.
    • Reati contro la libertà personale (Reati sessuali art 609 cp ).

 

 

Risarcimento dei danni in sede penale e civile

 

  1. Risarcimento danni da lesioni alla persona danno biologico e in conseguenza di morte (Vittime della strada, della malasanità, del lavoro e di reato).

Responsabilità medica e sanitaria in genere. Spesso negli Ospedali Pubblici, nel settore della sanità privata (Case di Cura), ed anche negli studi di liberi professionisti (dermatologo, ortopedico, ginecologo, gastroenterologo, urologo, neurologo, etc..) si verificano gravi errori causati da negligenza, imperizia e imprudenza del medico e/o del personale infermieristico; uno dei casi classici è l’omessa o ritardata diagnosi di tumori o l’imperizia negli interventi chirurgici.

Risarcimento danni per lesione dell’onore, della privacy e della reputazione.

  1. Risarcimento dei danni arrecati dalla PA in sede di procedimento amministrativo.

 

 

 

Diritto di Famiglia avvocato matrimonialista Bologna Diritto civile

                                                                                        

Diritto di famiglia. Separazioni, divorzi interdizione, inabilitazione, tutela, affidamento, adozione. Diritto di Famiglia avvocato matrimonialista :

  • l’Avv.Sergio Armaroli , con la massima attenzione alla persona e capacità di ascolto, offre assistenza per separazioni consensuali e giudiziali, divorzi congiunti e giudiziali, affidamento di minori in caso di coppie di fatto, richiesta di assegno di mantenimento per i figli in caso di coppie di fatto, modifica delle condizioni di separazione e dell’assegno divorziale.

 

 

 

Possesso e Diritti reali:

  • lo Studio garantisce con la massima tempestività tutela in via d’urgenza per rimessione nel possesso, tutela sia in via cautelare che ordinaria in caso di vizi e difetti di edifici, assistenza e tutela in materia di proprietà, usufrutto, servitù, uso, abitazione, pegno, ipoteca, usucapione, rapporti di vicinato. assistenza per operazioni di acquisizioni immobiliari anche tramite partecipazione alle aste giudiziarie
  • redazione di contratti preliminari di compravendita
  • assistenza completa in compravendite
  • predisposizione di patti di opzione
  • assistenza giudiziale e stragiudiziale per divisioni, anche ereditarie, con predisposizione progetti divisionali e atti di divisione
  • tutela ed assistenza in caso di vizi di costruzione, sia in via cautelare che ordinaria
  • azioni possessorie

 

Recupero Crediti decreti ingiuntivi :

  • lo Studio svolge ogni attività necessaria ai fini del recupero di crediti, dall’assunzione di informazioni preventive sul debitore al fine di valutare il possibile esito di un’azione di recupero crediti per limitare il più possibile di intraprendere azioni infruttuose con inutili costi, alla diffida di messa in mora al debitore, al deposito di ricorso al giudice per emissione di ingiunzione di pagamento, fino a tutte le azioni esecutive che appaiano utili e opportune sia come pignoramenti immobiliari, che come pignoramenti mobiliari o presso terzi. Lo studio può valutare e tutelare sia la posizione del creditore che del debitore; le prestazioni possono riguardare sia eventuali trattative per la soluzione della situazione debitoria in fase stragiudiziale, sia la fase precontenziosa (indagini sulla solvibilità del debitore per verificare le possibilità di recupero) che quella contenziosa (esecuzioni mobiliari, in particolare pignoramento presso terzi, o esecuzioni immobiliari, in ogni caso con la piena assistenza nelle diverse fasi delle rispettive procedure). n ogni caso alla clientela si segnala preventivamente che il diritto che si intende far valere deve essere basato su una prova scritta (polizze, promesse unilaterali di scrittura privata, telegrammi, gli estratti autentici delle scritture contabili di cui agli art.2214, purchè bollate e vidimate nelle forme di legge e regolarmente tenute, estratti autentici delle scritture contabili prescritte dalle leggi tributarie quando siano tenute con l’osservanza delle norme stabilite per tali scritture, fatture, assegni o cambiali, ordini d’acquisto, lettere di vettura e bolle di consegna, documenti comprovanti precedenti solleciti e corrispondenza con il debitore).

 

Diritto del Lavoro:

  • lo Studio offre tutela in caso di licenziamento illegittimo, provvedimenti disciplinari, demansionamento, mobbing, infortuni sul lavoro e malattie professionali, mancata retribuzione e rapporto di lavoro di fatto.

 

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Avvocato separazioni Bologna, Avvocato per separazioni Bologna, Avvocato per divorzi Bologna, Avvocato civilista Bologna , Avvocato matrimonialista Bologna , Avvocato Bologna , Avvocati Bologna , malasanità risarcimento, Testamento olografo, diritto di famiglia avvocato, risarcimento incidente stradale mortale, risarcimento incidente mortale, incidente mortale risarcimento, risarcimento danni incidente mortale, incidente stradale mortale risarcimento danni, morte per incidente stradale risarcimento, risarcimento danni sinistro stradale mortale, risarcimento danni incidente, risarcimento danni sinistro mortale, incidente stradale risarcimento, risarcimento assicurazione incidente stradale mortale, risarcimenti incidenti stradali, morte incidente stradale risarcimento, risarcimento morte incidente stradale, risarcimento incidente stradale, risarcimento danni per incidente stradale mortale, risarcimento sinistri stradali, risarcimento incidente mortale tabelle, tabella risarcimento morte incidente stradale, incidenti stradali risarcimento, risarcimento per incidente stradale, risarcimenti danni incidenti stradali, indennizzo morte incidente stradale, sinistri stradali risarcimento, risarcimento sinistro stradale, risarcimento danni incidente stradale mortale, risarcimento danni sinistro, risarcimento danni fisici incidente, indennizzo incidente stradale, sinistro stradale risarcimento

Contattami subito!

Avrai una risposta in tempi brevissimi

Nome e Cognome *

Telefono *

E-mail

Oggetto

Messaggio *

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.
Leggi l'informativa sulla Privacy

Articoli Correlati

» QUOTA DI LEGITTIMA EREDE AVVOCATO SUCCESSIONI BOLOGNA FAENZ ALUGO IMOLA Le persone che hanno diritto alla riserva sono : CONIUGE, FIGLI, GENITORI il coniuge i figli (o i loro discendenti, se i figli sono premorti)

» EREDE QUOTA PRELAZIONE AVVOCATO SUCCESSIONI BOLOGNA PADOVA, RAVENNA RIMINI CESENA FORLI QUOTA DI LEGITTIMA EREDE Le persone che hanno diritto alla riserva sono : CONIUGE, FIGLI, GENITORI il coniuge i figli (o i loro discendenti, se i figli sono premorti) i genitori (solo in assenza di figli)

» TRIB ROVIGO CONCORDATO PREVENTIVO COLLABORAZIONE TRA IMPRENDITORE E COMMISSARI –AVVOCATO PER CONCORDATO PREVENTIVO osservato come l’orientamento espresso dalla Suprema Corte in altra sede conforti il principio espresso di necessaria collaborazione tra l’imprenditore e i commissari (“il termine fissato dal tribunale, ai sensi dell’art. 163 l.fall., per il deposito della somma che si presume necessaria per l’intera procedura ha carattere perentorio, atteso che la prosecuzione di quest’ultima richiede la piena disponibilità, da parte del commissario, dell’importo a tal fine destinato e questa esigenza può essere soddisfatta soltanto con la preventiva costituzione del fondo nel rispetto del predetto termine, da considerarsi quindi improrogabile, con conseguente inefficacia del deposito tardivamente effettuato” Cass. 21 aprile 2016, n. 8100; conf. Cass., 23 settembre 2016, n. 18704, Cass., 22 novembre 2012, n. 20667)

» QUOTA DI LEGITTIMA EREDE Le persone che hanno diritto alla riserva sono : CONIUGE, FIGLI, GENITORI il coniuge i figli (o i loro discendenti, se i figli sono premorti) i genitori (solo in assenza di figli)

» TESTAMENTO EREDE ESTROMESSO ,COME RISOLVERE, AVVOCATO SUCCESSIONI BOLOGNA RAVENNA MODENA ROVIGO RIMINI CESENA FORLI il principio di intangibilità della legittima comporta che i diritti del legittimario debbano essere soddisfatti con beni o denaro provenienti dall’asse ereditario, con la conseguenza che l’eventuale divisione operata dal testatore contenente la disposizione per la quale le ragioni ereditarie di un riservatario debbano essere soddisfatte dagli eredi tra cui è divisa l’eredità’ mediante corresponsione di somma di denaro non compresa nel relictum è’ affetta da nullità ex art. 735, primo comma, cod. civ.”

» CONCORDATO PREVENTIVO AVVOCATO PER RICHIESTA CONCORDATO DELLE SPA ex art. 161, comma 6, la domanda di concordato deve essere dichiarata inammissibile dal tribunale, ai sensi della L. Fall., art. 162, comma 2 Va tuttavia considerato, sotto un primo profilo, che, poiché rispetto al medesimo imprenditore ed alla medesima insolvenza il concordato non può che essere unico, qualora la procedura di concordato sia pendente non è configurabile un’ulteriore domanda di ammissione avente carattere di autonomia (cfr. Cass. n. 495/015), a meno che da quest’ultima non si desuma l’inequivoca volontà del proponente (pur se non espressa con formule sacramentali) di rinunciare a quella in precedenza depositata.

» MOTOCICLISTA CADUTA LESIONI CANE RANDAGIO COMUNE RESPONSABILITA’ Risponde altresì a massima consolidata nella giurisprudenza di legittimità che i motivi posti a fondamento dell’invocata cassazione della decisione impugnata debbono avere i caratteri della specificità, della completezza, e della riferibilità alla decisione stessa, con -fra l’altro­l’esposizione di argomentazioni intelligibili ed esaurienti ad illustrazione delle dedotte violazioni di norme o principi di diritto, essendo inammissibile il motivo nel quale non venga precisato in qual modo e sotto quale profilo (se per contrasto con la norma indicata, o con l’interpretazione della stessa fornita dalla giurisprudenza di legittimità o dalla prevalente dottrina) abbia avuto luogo la violazione nella quale si assume essere incorsa la pronuncia di merito (cfr., da ultimo, Cass., 2/4/2014, n. 7692).

» Δικηγόρος Sergio Armaroli – Δικηγορική Εταιρεία Μπολόνια σπίτι Άρθρα και ποινές σχετικά με μένα Πες μου blog Επαφές Ο στόχος μου; Η ικανοποίηση σας! ΠΡΟΣΚΛΗΣΗ ΤΩΡΑ !!! 051.6447838 Διαζύγιο και χωρισμός με αμοιβαία συναίνεση: το κόστος του χρόνου, καλύτερα να επιλέξετε ένα συναινετικό χωρισμό: δικηγόρος στο διαζύγιο διάρκεια συμφωνία χωρισμού Μπολόνια δικηγόρος κόστος πληρεξούσιος επιστολή συναινετικό χωρισμό διαχωρισμό δικηγόρος διαχωρισμός διαχωρισμός δικηγόρος του συναινετικού χωρισμού

» RISARCIMENTO INCIDENTI MORTALI DANNO BIOLOGICO COSA E’ COME SI CALCOLA Nell’ambito dei danni non patrimoniali è compreso anche il danno da lesione della salute, detto danno biologico, particolarmente conosciuto perchè viene normalmente liquidato nella maggior parte delle procedure che derivano da un sinistro stradale nel corso del quale si sono verificate delle lesioni. La sentenza n. 531/2014 della Corte di Cassazione (III Sez. civile) rappresenta un’ulteriore occasione per la Suprema Corte di chiarire le nozioni di “danno esistenziale” e “danno biologico”, locuzioni queste troppo spesso utilizzate in modo inopportuno o quanto meno inappropriato.

» AVVOCATO BOLOGNA DIVORZISTA BOLOGNA Anzola dell’Emilia Argelato Baricella Bentivoglio Bologna Borgo Tossignano Budrio Calderara di Reno Camugnano Casalecchio di Reno Casalfiumanese Castel d’Aiano Castel del Rio Castel di Casio Castel Guelfo di Bologna Castel Maggiore Castel San Pietro Terme Castello d’Argile Castenaso Castiglione dei Pepoli Crevalcore Dozza Fontanelice Gaggio Montano Galliera Granarolo dell’Emilia Grizzana Morandi Imola Lizzano in Belvedere Loiano Malalbergo Marzabotto Medicina Minerbio Molinella Monghidoro Monte San Pietro Monterenzio Monzuno Mordano Ozzano dell’Emilia Pianoro Pieve di Cento Sala Bolognese San Benedetto Val di Sambro San Giorgio di Piano San Giovanni in Persiceto San Lazzaro di Savena San Pietro in Casale Sant’Agata Bolognese Sasso Marconi Valsamoggia Vergato Zola Predosa

avvocato a bologna

Articoli Recenti

» QUOTA DI LEGITTIMA EREDE AVVOCATO SUCCESSIONI BOLOGNA FAENZ ALUGO IMOLA Le persone che hanno diritto alla riserva sono : CONIUGE, FIGLI, GENITORI il coniuge i figli (o i loro discendenti, se i figli sono premorti)

» AVVOCATO MATRIMONIALISTA BOLOGNA RAVENNA FORLI RIMINI CESENA RAPPORTI PATRIMONIALI TRA CONVIVENTI I conviventi di fatto possono disciplinare i rapporti patrimoniali relativi alla loro vita in comune con la sottoscrizione di un contratto di convivenza. 51. Il contratto di cui al comma 50, le sue modifiche e la sua risoluzione sono redatti in forma scritta, a pena di nullita’, con atto pubblico o scrittura privata con sottoscrizione autenticata da un notaio o da un avvocato che ne attestano la conformita’ alle norme imperative e all’ordine pubblico.

» DIVORZIO BOLOGNA RAVENNA FORLI CESENA FAENZA RIMINI AVVOCATO DIVORZIO CHIAMA SUBITO COSA ASPETTI? Corte Costituzionale Sentenza 9 – 11 febbraio 2015, n. 11 Presidente Criscuolo – Redattore Morelli Sentenza

» EREDE QUOTA PRELAZIONE AVVOCATO SUCCESSIONI BOLOGNA PADOVA, RAVENNA RIMINI CESENA FORLI QUOTA DI LEGITTIMA EREDE Le persone che hanno diritto alla riserva sono : CONIUGE, FIGLI, GENITORI il coniuge i figli (o i loro discendenti, se i figli sono premorti) i genitori (solo in assenza di figli)

» TRIB ROVIGO CONCORDATO PREVENTIVO COLLABORAZIONE TRA IMPRENDITORE E COMMISSARI –AVVOCATO PER CONCORDATO PREVENTIVO osservato come l’orientamento espresso dalla Suprema Corte in altra sede conforti il principio espresso di necessaria collaborazione tra l’imprenditore e i commissari (“il termine fissato dal tribunale, ai sensi dell’art. 163 l.fall., per il deposito della somma che si presume necessaria per l’intera procedura ha carattere perentorio, atteso che la prosecuzione di quest’ultima richiede la piena disponibilità, da parte del commissario, dell’importo a tal fine destinato e questa esigenza può essere soddisfatta soltanto con la preventiva costituzione del fondo nel rispetto del predetto termine, da considerarsi quindi improrogabile, con conseguente inefficacia del deposito tardivamente effettuato” Cass. 21 aprile 2016, n. 8100; conf. Cass., 23 settembre 2016, n. 18704, Cass., 22 novembre 2012, n. 20667)

» QUOTA DI LEGITTIMA EREDE Le persone che hanno diritto alla riserva sono : CONIUGE, FIGLI, GENITORI il coniuge i figli (o i loro discendenti, se i figli sono premorti) i genitori (solo in assenza di figli)

» TESTAMENTO EREDE ESTROMESSO ,COME RISOLVERE, AVVOCATO SUCCESSIONI BOLOGNA RAVENNA MODENA ROVIGO RIMINI CESENA FORLI il principio di intangibilità della legittima comporta che i diritti del legittimario debbano essere soddisfatti con beni o denaro provenienti dall’asse ereditario, con la conseguenza che l’eventuale divisione operata dal testatore contenente la disposizione per la quale le ragioni ereditarie di un riservatario debbano essere soddisfatte dagli eredi tra cui è divisa l’eredità’ mediante corresponsione di somma di denaro non compresa nel relictum è’ affetta da nullità ex art. 735, primo comma, cod. civ.”

» SPOSARSI E’ FACILE E’ SEPARARSI E DIVORZIARE CHE E’ DIFFICILE AVVOCATO MATRIMONIALISTA DIVORZISTA BOLOGNA SERGIO ARMAROLI

» CONCORDATO PREVENTIVO AVVOCATO PER RICHIESTA CONCORDATO DELLE SPA ex art. 161, comma 6, la domanda di concordato deve essere dichiarata inammissibile dal tribunale, ai sensi della L. Fall., art. 162, comma 2 Va tuttavia considerato, sotto un primo profilo, che, poiché rispetto al medesimo imprenditore ed alla medesima insolvenza il concordato non può che essere unico, qualora la procedura di concordato sia pendente non è configurabile un’ulteriore domanda di ammissione avente carattere di autonomia (cfr. Cass. n. 495/015), a meno che da quest’ultima non si desuma l’inequivoca volontà del proponente (pur se non espressa con formule sacramentali) di rinunciare a quella in precedenza depositata.

» MOTOCICLISTA CADUTA LESIONI CANE RANDAGIO COMUNE RESPONSABILITA’ Risponde altresì a massima consolidata nella giurisprudenza di legittimità che i motivi posti a fondamento dell’invocata cassazione della decisione impugnata debbono avere i caratteri della specificità, della completezza, e della riferibilità alla decisione stessa, con -fra l’altro­l’esposizione di argomentazioni intelligibili ed esaurienti ad illustrazione delle dedotte violazioni di norme o principi di diritto, essendo inammissibile il motivo nel quale non venga precisato in qual modo e sotto quale profilo (se per contrasto con la norma indicata, o con l’interpretazione della stessa fornita dalla giurisprudenza di legittimità o dalla prevalente dottrina) abbia avuto luogo la violazione nella quale si assume essere incorsa la pronuncia di merito (cfr., da ultimo, Cass., 2/4/2014, n. 7692).

Contattami subito!

Avrai una risposta in tempi brevissimi

Nome e Cognome *

Telefono *

E-mail

Oggetto

Messaggio *

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.
Leggi l'informativa sulla Privacy

PUOI CONTATTARMI ANCHE VIA MAIL: avvsergioarmaroli@gmail.com
Avvocato Sergio Armaroli - Studio Legale Bologna